Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:37 METEO:CECINA14°22°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 17 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
L'evacuazione dei feriti da Azovstal, i bus lasciano l'acciaieria

Attualità mercoledì 26 gennaio 2022 ore 15:43

Solvay, rinnovata autorizzazione allo stabilimento

Foto di archivio

Le autorità competenti hanno confermato l'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) per gli impianti Solvay di Rosignano



ROSIGNANO MARITTIMO — Il Ministero della Transizione Ecologica ha confermato il rinnovo dell'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), a produrre per il sito di Rosignano di Solvay Chimica Italia. Tale rinnovo conferma che lo Stabilimento Solvay di Rosignano è in regola per proseguire con la produzione di Soda in sicurezza per i prossimi 12 anni.

Come viene spiegato in una nota, "il quadro normativo europeo definisce infatti le possibili tecniche di smaltimento delle polveri di calcare, gesso, sabbia e argilla risultanti dal ciclo di produzione del carbonato di sodio. La scelta delle tecniche di emissione è valutata in base alle caratteristiche del luogo e all'allineamento con le Best Available Techniques (BAT), non al loro costo. A Rosignano, lo scarico diretto in mare attraverso un canale aperto si conferma come la Best Available Technique, poiché le correnti sottomarine fanno sì che il calcare non si accumuli, ma si distribuisca uniformemente sul fondale. Inoltre, il calcare che si deposita nuovamente sul litorale gioca un ruolo importante nello stabilizzare la costa contro l'erosione. Questi fattori sono stati confermati da studi indipendenti, eseguiti a seguito della precedente autorizzazione AIA e sono riconosciuti in questo rinnovo dell’autorizzazione a Solvay".

Il rinnovo del permesso di Solvay a Rosignano conferma anche la quantità totale di solidi sospesi che è possibile scaricare in mare. Questa quantità corrisponde a un massimo di 250mila tonnellate all'anno, come autorizzato in precedenza, e rientra nella portata definito come BAT. Solvay si è impegnata, comunque, nella ricerca di nuove soluzioni tecniche, per ridurre la quantità dei solidi sospesi prodotti o scaricati in mare e a riportare le proprie conclusioni alle Autorità.

"Lo stabilimento Solvay di Rosignano è da oltre un secolo parte attiva della comunità e il rinnovo dell'autorizzazione ci permette di continuare a dimostrare il nostro impegno ad operare in modo sicuro, sostenibile e secondo le migliori tecniche disponibili. - ha commentato Nicolas Dugenetay, Direttore dello stabilimento Solvay di Rosignano - Nel quadro della percorso di Solvay per la sostenibilità, continuiamo a investire a Rosignano per promuovere un impatto ambientale positivo, tra cui la diminuzione del consumo di acqua dolce, l'abbassamento dei consumi di energia, la riduzione delle emissioni e l'aumento del riciclo. Verificheremo e monitoreremo continuamente la nostra impronta ambientale locale, attraverso revisioni scientifiche indipendenti e coerenti con i nostri impegni verso la sicurezza e l'ambiente”.

Lo Stabilimento Solvay di Rosignano, ricordiamo, produce carbonato e bicarbonato di sodio fin dal 1912.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un’auto e una moto coinvolte nell’incidente. Due le persone ferite e trasportate al pronto soccorso dell’ospedale di Cecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Sport