comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 19°25° 
Domani 18°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
venerdì 25 settembre 2020
Giani
863.595
 
48.62%
Ceccardi
718.625
 
40.46%
Galletti
113.692
 
6.40%
Vigni
7.664
 
0.43%
Fattori
39.668
 
2.23%
Barzanti
16.061
 
0.90%
Catello
16.992
 
0.96%
corriere tv
Venezia, la guida speciale che non mostra ai turisti i monumenti ma gli effetti dell'acqua alta

Attualità lunedì 10 febbraio 2020 ore 17:30

Giorno del Ricordo, una strada per Norma Cossetto

La cerimonia di intitolazione organizzata dall'amministrazione comunale si è tenuta in occasione del Giorno del Ricordo delle vittime delle foibe



CECINA — Oggi, Giorno del Ricordo, l’amministrazione cecinese ha commemorato le vittime delle foibe, dell’esodo Giuliano-Dalmata e delle vicende del confine orientale. E nell'occasione ha intitolata una strada a Norma Cossetto, giovane vittima della tragedia delle foibe.

La cerimonia è iniziata con la deposizione di una corona di alloro davanti al monumento in piazza Martiri delle Foibe. Presenti le autorità militari e civili, le associazioni cittadine, combattentistiche e d’arma, di Marzia Colani dell’associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e di molti studenti delle classi quinte del Fermi, del Marco Polo e del Parini. Tra gli interventi anche quelli del professore di storia e filosofia del Fermi Aldo Simone e di Biagio Salvatore Pafumi dell’associazione nazionale finanzieri d’Italia.

La cerimonia è proseguita con l’intitolazione di una via cittadina a Norma Cossetto. “Si tratta di una piccola strada ma molto significativa e centrale – ha detto il sindaco Samuele Lippi - un gesto importante per ricordare Norma Cossetto, una giovane studentessa di 22 anni che si stava laureando in Lettere e filosofia all’Università di Padova. Rapita, stuprata e uccisa nelle foibe tra il 4 e 5 ottobre 1943. Un’occasione per riflettere, ricordare e soprattutto per non ripetere. Per tanto tempo c’è stato silenzio, per tanto tempo non è stato possibile parlare di questo argomento mentre oggi è possibile farlo". “Il cambiamento – ha aggiunto rivolgendosi proprio agli studenti presenti - è possibile”.

La mattina si è conclusa in Comune Vecchio con la conferenza “Il confine orientale tra esilio e accoglienza” rivolta agli studenti delle superiori con il ricercatore presso la Scuola Normale Superiore Francesco Dei, lo storico Marco Manfredi, Marzia Colani dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e l’assessora alla cultura del Comune di Cecina Lucia Valori.



Tag

Comunali 2020

Orciano Pisano Sez. 1 su 1

DE BLASI

13

 

3,96%

MENCI

315

 

96,04%

 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca