Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:05 METEO:CECINA17°25°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
domenica 22 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Anniversario Falcone, la sorella Maria: «Non dimenticherò mai la maglia verde di Borsellino alla quale mi abbracciai»

Attualità venerdì 29 luglio 2016 ore 10:22

Un fiume di denaro nel sociale

Il Comune continua a investire nel sociale

Il Comune rende note le cifre stanziate nel settore nell'arco del 2015. Dalla scuola agli anziani, ecco i soldi versati nei servizi di assistenza



BIBBONA — Sono stati quasi 364mila gli euro che il Comune di Bibbona ha investito nel 2015 per i servizi di assistenza. Cifre in linea con quelle degli ultimi anni, secondo gli amministratori, nonostante i notevoli tagli ai quali l’Amministrazione bibbonese, così come molte altre dei piccoli Comuni, è stata costretta ad affrontare.

Un impegno in particolare per scuole, anziani, portatori di handicap e indigenti che valgono circa 44 euro per ogni cittadino spesi in questo tipo di servizi primari.

"Più volte negli ultimi mesi è stato messo in dubbio l’impegno dell’Amministrazione nei confronti dei cittadini più bisognosi e in generale dei servizi rivolti all’educazione - spiega il sindaco Massimo Fedeli. - Più delle parole, a volte, bastano i numeri a spiegare come non sia venuta meno, nonostante i sempre minori trasferimenti dallo Stato e con altri tagli obbligati al bilancio, la volontà di supportare una serie di servizi legati ad assistenti sociali, educatori e altre figure professionali a sostegno di studenti, disabili e anziani. In particolare nel sistema scolastico l’impegno è quello di mantenere un sistema in grado di non lasciare nessuno indietro".

Solo per quanto riguarda la voce delle attività di servizi socio assistenziali, infatti, l’impegno di spesa del Comune di Bibbona nel 2015 è stato di 139mila 260 euro. Per la scuola, in particolare l’integrazione dell’assistenza scolastica specialistica, vale 43mila 498 euro, mentre l’assistenza specialistica per ragazzi portatori di handicap 21mila 250 euro.

Aiuti anche alle famiglie con 33mila 592 euro impegnati come contributo per l’affitto degli alloggi, mentre in due diversi voci del bilancio 2015 si ha il sostegno ai servizi per l’infanzia: il totale dell’impegno di spesa è di 53mila 732 euro per garantire i servizi i asili e centri giochi presenti nel territorio.

"Senza dimenticare, poi, gli interventi sui plessi scolastici che nell’ultimo biennio hanno superato i 200mila euro - conclude il sindaco Massimo Fedeli. - In più prima della prossima apertura dell’attività scolastica 2016-2017 alla scuola primaria della California ci saranno altri interventi nella parte esterna dell’edificio"

"Se ad oggi non si sono verificati episodi negativi legati a crolli o problemi strutturali delle scuole è perché l’Amministrazione negli anni è sempre intervenuta in maniera preventiva e con costante opere di manutenzione e ammodernamento. I nostri ragazzi, infatti, sono il nostro futuro. Un eccellenza legata non solo agli edifici ma anche alla parte educativa e, solo per fare un esempio, alla mensa scolastica considerata da tutti un fiore all’occhiello dell’intero territorio".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi casi positivi al Covid-19 accertati in Toscana nelle ultime 24 ore sono 1.476 su 12.562 tamponi effettuati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità