Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:54 METEO:CECINA11°20°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 26 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Otto e mezzo, Obama e Springsteen: «Noi outsider? Ci interessa dare voce agli esclusi»

Attualità giovedì 20 febbraio 2020 ore 11:27

Locazione concordata, nuovo protocollo

Il documento siglato dai sindacati degli inquilini e dei proprietari intende favorire l’allargamento del mercato agli immobili ancora sfitti



ROSIGNANO MARITTIMO — Nuovo protocollo d’intesa per la stipula dei contratti di locazione concordata. Il documento, firmato in Comune il 13 febbraio, sostituisce il precedente accordo del febbraio 2015 e recepisce le direttive del D.m del 16 gennaio 2017.

Il protocollo d’intesa, siglato dai sindacati degli inquilini (Ania, Sicet, Sunia, Uniat, Unione Inquilini e Asia) e dei proprietari (Asppi, Confedilizia e Uppi) maggiormente rappresentativi sul territorio, si può ritirare all’Ufficio Casa e al Polisportello o scaricare dal sito del Comune (al link http://www.comune.rosignano.livorno.it/site5/pages/home.php?idpadre=22825).

"Il protocollo  - sottolinea il Comune- intende favorire l’allargamento del mercato agli immobili ancora sfitti e l’accesso alla locazione ai settori sociali che attualmente ne sono esclusi, oltre che ricondurre alla legalità il mercato degli affitti sommerso e irregolare. In effetti l’Accordo è uno strumento importante per sbloccare il mercato degli affitti in quanto i contratti di locazione a canone concordato offrono delle agevolazioni fiscali sia ai proprietari (cedolare secca al 10% anziché al 21%, riduzione del 25% sull’aliquota IMU applicata dai Comuni) che agli inquilini (bonus fiscale variabile in base al reddito). Ai sensi del D.M. del 16/01/2017 sopra citato, le parti contrattuali, a loro richiesta, possono essere assistite, nella definizione del canone effettivo, dalle rispettive organizzazioni della proprietà edilizia e dei conduttori. Per i contratti non assistiti è comunque necessario che una organizzazione firmataria dell’accordo attesti la rispondenza del contenuto economico e normativo del contratto all’accordo stesso, anche con riguardo alle agevolazioni fiscali".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
​I dati che fotografano le ultime 24 ore sul fronte epidemico emergono dal report sanitario diffuso a livello regionale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

CORONAVIRUS