QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 14° 
Domani 11°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
lunedì 18 novembre 2019

Attualità domenica 22 settembre 2019 ore 10:34

Basta cicche, stop al fumo in spiaggia dal 2020

La decisione presa e varata con una delibera di giunta. Il provvedimento si aggiungerà al divieto alla plastica monouso introdotto quest'anno



ROSIGNANO MARITTIMO — La Giunta di Rosignano Marittimo, con delibera del 19 settembre, ha approvato un atto di indirizzo a tutela della salute pubblica finalizzato a vietare il fumo e l’abbandono di prodotti da fumo sulle spiagge nel territorio comunale a partire dalla prossima stagione balneare.

Dopo l’ordinanza plastic-free emessa nei mesi scorsi per bandire l’uso di plastica usa e getta sulle spiagge, con l’obiettivo di difendere l’ecosistema marino e la bellezza delle nostre coste, l’Amministrazione comunale conferma la sua attenzione nei confronti dell’ambiente e della salute pubblica annunciando per l’estate 2020 la campagna no-smoking beach. Infatti, il fumo di tabacco risulta essere una delle principali cause di morte e di disabilità tra la popolazione; i mozziconi di sigarette non sono biodegradabili e contengono grandi quantitativi di componenti nocivi, come nicotina, polonio 210, catrame, idrocarburi policiclici ed altri.

''L’amministrazione comunale ha intrapreso un percorso teso a tutelare il mare, la salute dei cittadini e il decoro urbano  - ha sottolineato sindaco Daniele Donati -. I mozziconi di sigaretta, che spesso vengono spenti e lasciati sulla sabbia, sono tra i rifiuti maggiormente nocivi e più difficili da smaltire. Riteniamo giusto che almeno in riva al mare gli adulti e soprattutto i bambini possano respirare aria pulita, comunque sarà prevista la possibilità di fumare in locali attrezzati o in apposite smoke-area”.



Tag

Di Maio: «Zingaretti parla di Ius Soli? Sono sconcertato, basta slogan»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca