Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:20 METEO:CECINA15°22°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Hunt fa visita agli Azzurri in Germania per Euro 2024 e canta nello spogliatoio:

Attualità martedì 27 giugno 2023 ore 13:51

Fondi europei con il nuovo Gal Terre Etrusche

Da Sassetta a Palaia, passando per Castagneto Carducci e Volterra, un messaggio forte da parte di ben 24 Comuni che hanno deciso di lavorare insieme



RIPARBELLA — Si chiamerà Gal Terre Etrusche e servirà per accedere ai fondi europei Feasr (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale) e non solo. Da Sassetta a Palaia, passando per Castagneto Carducci e Volterra, arriva un messaggio forte da parte di ben 24 Comuni che hanno deciso di lavorare insieme per accedere con più efficacia alle risorse messa a disposizione dall’Europa. L’accordo di partenariato sottoscritto prevede la costituzione del Gal (gruppo di azione locale) per poter accedere alle misure europee destinate ai territori delle zone svantaggiate. Misure che prevedono contributi a fondo perduto per circa 5 milioni di euro per il periodo 2023/2027 e che devono essere gestiti obbligatoriamente con il metodo europeo leader.

“Una sfida importante - ha sottolineato Giamila Carli, sindaca di Santa Luce - soprattutto per la decisione di unire le forze per superare le difficoltà strutturali che rendono difficile per i Comuni e le aziende dei nostri territori l’accesso ai fondi europei. Superiamo l’esperienza del precedente Gal Etruria, correggendo quanto non ha funzionato e consci che solo insieme possiamo creare le condizioni per accedere ai fondi europei oggi occasioni indispensabili e irrinunciabili per sostenere non solo i piccoli Comuni come i nostri ma anche le aziende agricole, turistiche, artigiane e commerciali”.

Oltre alla gestione dei fondi Feasr la novità del nuovo Gal dovrebbe essere l’attività di agenzia di sviluppo a sostegno di tutti i Comuni. “L’aspetto innovativo - ha sottolineato Alessandro Lucibello Piani, assessore di Riparbella - è che nel percorso avviato avranno un importante ruolo anche i neonati Distretti Rurali di cui quello della Val di Cecina è anche biologico. L’obiettivo di questa sfida è creare sinergie finanziarie e operative, evitare doppioni, sprechi e coordinare l’azione strategica sul territorio perché sia veramente efficace”.

Il nuovo Gal dovrà prendere vita entro metà Ottobre per ottenere il riconoscimento Leader dalla Regione Toscana e poter iniziare la programmazione dei bandi.

“I Comuni - ha proseguito Lucibello - si sono impegnati per gestire insieme i complessi aspetti tecnici dei bandi europei a cui difficilmente si riesce ad accedere singolarmente. Importante sarà il contributo delle banche locali e appena terminato il percorso con i consigli comunali, saranno coinvolte attivamente anche le associazioni di categoria del territorio per poter decidere dove è più urgente intervenire nel sostegno alle aziende. È una sfida importante ed il fatto di essere in 24 Comuni a condividerla è uno stimolo ulteriore”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il nuovo strumento è stato consegnato nelle mani del direttore della UOC Ostetricia e Ginecologia di Cecina/Piombino/Elba Stefano Masoni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità