Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:CECINA10°13°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 02 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, Merkel: «Se fossimo nella situazione dell'Italia, mi sentirei meglio»

Attualità venerdì 21 luglio 2017 ore 12:25

Rigassificatore, il comitato del no con il sindaco

Il gruppo che da anni lotta contro i progetti di un nuovo impianto di ragassificazione Gnl sosterrà il ricorso al Tar e chiama a raccolta i cittadini



ROSIGNANO MARITTIMO — Tutti contro il ministero dell'ambiente, dopo che ha esonerato dalla valutazione di impatto ambientale i progetti di Edison per ammodernare e ampliare gli impianti di rigassificazione Gnl a Rosignano Solvay. Dalla parte del Comune, che ha ufficializzato un imminente ricorso al Tar, praticamente tutti i partiti e, ovviamente, il comitato da sempre impegnato nello stoppare ogni tipo di progetto riguardante la rigassificazione sulla costa.

"Quando ormai sembrava palese il disinteresse di Edison alla realizzazione di questa opera - hanno commentato dal comitato del no -, maturava invece, sotto sotto, una strategia per aggirare i vari pronunciamenti negativi da parte della Regione Toscana e del Comune di Rosignano. Espressioni di negatività legate alla richiesta di assoggettabilità a Via per la variante al progetto del 2015. Quindi il Miniambiente ha ritenuto valida la Via al progetto del 2010 reintroducendo lo spostamento e raddoppio del bombolone di etilene di San Gaetano all’interno dello stabilimento, delocalizzazione che era sparita nella variante del 2015. E presumibilmente, ma non troppo, soprattutto se l’impianto di Gnl di Rosignano sarà inserito nel Sen (Sistema energetico nazionale), sarà finanziato con i soldi pubblici, cioè dai cittadini, così come il nuovo bombolone vista la indisponibilità di Edison ed anche di Ineos stesso a finanziare questa costruzione".

Dunque, ora tutte le attenzioni e le preoccupazioni dei rosignanesi si spostano verso il Mise, il Ministerto per lo svliluppo economico, per capire se sosterrà la realizzazione del nuovo impianto giudicandolo prioritario per l'approvigionamento energetico nazionale.

Una decisione in tal senso, di fatto, renderebbe l'impianto fattibile a discapito di tutti i pareri negativi esperssi finora, comprese le prescrizioni in termini di sicurezza, in terra ed in mare, definite dalla Commissione tecnica regionale, le osservazioni del Comune o di quanti, associazioni o semplici cittadini, che avevano portato alla richiesta di assoggettabilità a Via della variante presentata nel 2015.

"Il Comitato - hanno riferito in proposito - conferma la contrarietà in quanto trattasi di un progetto assolutamente inaccettabile sul piano della compatibilità ambientale e territoriale, addirittura, per alcuni aspetti, peggiorativo rispetto al precedente del 2010, denunciandone la pericolosità per la sicurezza e dannoso per la propria economia , rappresentando una vera e propria beffa l'essere finanziata con il soldi dei cittadini stessi e che non restituirà ai cittadini, con lo spostamento del bombolone, nessuna porzione di territorio all’uso pubblico. E tutto per favorire i guadagni ad Edison derivanti dalla mera commercializzazione del gas".

Netta, dunque, la posizione del comitato, che torna a chiamare a raccolta i cittadini già per stasera alle 18, avendo fissato un dibattito sulla questione alla festa di Rc a Rosignano Marittimo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In provincia di Livorno 49 nuovi contagi mentre in Toscana, complessivamente, sono stati accertati 559 nuovi casi di positività al Covid-19
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità