Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:58 METEO:CECINA23°29°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Aereo si schianta subito dopo il decollo a Kathmandu: in un video il momento in cui precipita
Aereo si schianta subito dopo il decollo a Kathmandu: in un video il momento in cui precipita

Attualità giovedì 05 agosto 2021 ore 10:15

A bando i terreni per serre idroponiche

Una serra idroponica (Foto di repertorio)

Nelle serre si produrranno ortaggi. Scapigliato metterà a disposizione energia elettrica e biometano prodotti dai rifiuti



ROSIGNANO MARITTIMO — Nell’ambito del macro-progetto di riconversione del Polo impiantistico La Fabbrica del futuro, Scapigliato ha pubblicato il bando finalizzato a raccogliere le manifestazioni di interesse di privati cittadini, imprese o istituzioni proprietarie di terreni nel Comune di Rosignano Marittimo e interessate a metterli a disposizione per la realizzazione di serre idroponiche

Attraverso questo progetto, Scapigliato, d’intesa col Comune di Rosignano Marittimo, intende perseguire concretamente gli obiettivi di sostenibilità ambientale e sviluppo socio-economico del territorio, mettendo a disposizione a condizioni favorevoli rispetto a quelle di mercato, ciò che dai rifiuto viene prodotto grazie ai propri impianti, ovvero l’elettricità, ricavata dal biogas di discarica, e il biometano, che sarà ottenuto dal nuovo impianto di biodigestione anaerobica. Come spiegato in una nota, l’operazione permetterà, così, di chiudere in modo virtuoso il ciclo dei rifiuti, seguendo i principi dell’economia circolare e riducendo l’utilizzo delle risorse naturali, quali acqua e suolo.

Le serre idroponiche rappresentano, infatti, una delle soluzioni tecnologiche più all’avanguardia del settore agro-industriale e sono caratterizzate da un alto tasso di produttività che garantisce una produzione protetta e controllata, nonché un prodotto migliore dal punto di vista qualitativo. Le colture che potranno essere prodotte all’interno di questi impianti sono ortaggi, con particolare attenzione alla produzione di pomodori a grappolo di diverse varietà. Gli impianti consentiranno, inoltre, di generare una nuova e significativa offerta occupazionale sul territorio (si stima che per un impianto di 10 ha potranno essere impiegati tra i 140 e i 170 operatori che lavoreranno all’interno di un ambiente particolarmente tecnologico).

Gli interessati possono scaricare il bando e il modulo da compilare per la manifestazione di interesse sul sito web di Scapigliato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno