Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:47 METEO:CECINA19°22°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 27 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il gasdotto Nord Stream perde, il video del mar Baltico che gorgoglia

Attualità mercoledì 06 luglio 2022 ore 06:47

“Un modello diverso di accoglienza è possibile“

Foto dì repertorio

Dal Comune di Cecina la risposta al consigliere regionale Torselli in merito alla partecipazione di Mimmo Lucano al meeting per l’accoglienza



CECINA — Il sindaco di Cecina Samuele Lippi e l’assessore alla Cultura, Urbanistica e Salute Domenico Di Pietro hanno risposto alla polemica del consigliere regionale Torselli in merito alla partecipazione di Mimmo Lucano al Meeting Anti – razzista di Cecina.

“Il responsabile della giustizia di Fratelli D'Italia l'onorevole Delmastro ha dichiarato, non più tardi di un mese fa esponendo le posizioni del partito sui referendum giustizia, che una sentenza di primo grado non dovrebbe comportare sanzioni per il condannato, si è innocenti fino a condanna definitiva. Nella stessa direzione va la proposta di Fratelli d'Italia per la modifiche della legge Severino, per evitare il rischio che una sentenza di primo grado faccia decadere automaticamente il sindaco, decapitando così un'Amministrazione. Questo principio evidentemente non è applicabile a Mimmo Lucano, che non solo ha visto terminare la propria esperienza di sindaco in conseguenza delle vicende giudiziarie, ma che addirittura non dovrebbe nemmeno parlare in un intervento pubblico. Fare il sindaco da condannato in primo grado, superando la legge Severino si, ma guai a parlare in pubblico. Perché Mimmo Lucano non deve parlare in pubblico? E' semplice, perché il modello Riace toglie argomenti alla destra che fa dell'immigrazione e delle frontiere bandiera ideologica”, hanno commentato in una nota.

“Il modello Riace ha mostrato come possa essere coniugata l'accoglienza con lo sviluppo economico e sociale della comunità. Se vi sono stati errori o forzature delle disposizioni normative lo stabiliranno i giudici al termine di tutti i gradi di giudizio, ma - hanno concluso - nulla tolgono alle indicazioni politiche che Riace e Mimmo Lucano hanno gridato a tutto il mondo: un modello diverso di accoglienza è possibile”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La decisione in vista delle previsioni meteo. Il sindaco Samuele Lippi evidenzia la necessità di tutelare in tutti i suoi ambiti il fiume
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Tito Barbini

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità