Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:53 METEO:CECINA22°28°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 28 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo2020, Federica Pellegrini: «Senza Matteo avrei smesso qualche anno fa»

Cultura martedì 16 luglio 2019 ore 12:45

La quinta edizione del Festival del Pensare

Dal 18 al 26 luglio a Cecina, Casale Marittimo, Guardistallo, Castagneto Carducci, Bibbona, Montecastelli Pisano e Populonia



CECINA — Il Festival del Pensare - promosso e organizzato dall'associazione “Pensiamo insieme” - giunge quest'anno alla sua quinta edizione che prende il titolo di “Male Nostro Quotidiano”.

Conferenze, seminari e dibattiti con ospiti illustri tra i quali rappresentanti del mondo della cultura, dello spettacolo e del teatro, dal 18 al 26 luglio tra Cecina, Casale Marittimo, Guardistallo, Castagneto Carducci, Bibbona, Montecastelli Pisano e Populonia, inviteranno liberamente i presenti ad ascoltare e a condividere.

Alla conferenza stampa tenutasi oggi hanno partecipato l’assessore alla cultura del Comune di Cecina, Lucia Valori, la presidente dell’associazione Pia Pagani De Marchi e il direttore scientifico Daniela Scotto di Fasano.

Valori ha introdotto evidenziando l’importanza di questo festival che “è radicato e consolidato sul territorio in maniera intercomunale e che a Cecina ha incrementato la sua presenza con i due appuntamenti organizzati la scorsa primavera e i tre in programma per i prossimi 18, 22 e 24 luglio”.

“C’è il male con la M maiuscola - le condotte mafiose, gli sandali giudiziari, gli orchi della pedofilia, gli abusi e gli scempi edilizi, il degrado ambientale” afferma la Fasano “ma c’è anche il male con la m minuscola, quello così poco appariscente che alla fine: “perché no?”. Siamo in questo momento in balìa di una mentalità che ci evita la fatica della responsabilità”. “Pensare, invece, è trovare la forza, e il coraggio, di essere soli di fronte e contro tale mentalità” aggiunge la presidente Pagani De Marchi sottolineando anche la quantità e qualità delle personalità che anche quest’anno “si sono rese disponibili volontariamente e gratuitamente come relatori del festival per uno scopo intellettuale, collaborativo, civico e culturale”. L’avvio del festival giovedì 18 luglio alle 21.00 a Cecina, con Giobbe. Storia di un uomo semplice, adattamento teatrale del romanzo di Philip Roth a cura di Roberto Anglisani. In questo spettacolo Anglisani dà voce alle paure, alle speranze e alla disperazione, alle preghiere e alle rivolte. Sul palco Anglisani non avrà nulla: solo una sedia, come i grandi del teatro di narrazione. Adattamento e regia Francesco Niccolini, consulenza letteraria e storica Jacopo Manna, costumi Mirella Salvischiani. Il regista a fine spettacolo, ne discuterà sul palco con la scrittrice Silvia Vegetti Finzi. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Confesercenti: "Troppe responsabilità sulle imprese, impossibile intervento su lavoratori se la legge non lo prevede"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità