Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:CECINA16°21°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, Giornata Mondiale delle Api: da piazza del Popolo a Villa Pamphilj arrivano gli «spacciatori» di semi di fiori

Cronaca domenica 23 aprile 2023 ore 14:48

Stop spaccio nei boschi, sindaci chiedono aiuto

Foto di repertorio

I sindaci di Montescudaio, Guardistallo e Casale Marittimo hanno chiesto aiuto al prefetto. "Ascoltati in un confronto costruttivo"



CECINA — "Da molto tempo ormai noi sindaci di Montescudaio, Guardistallo e Casale Marittimo cerchiamo di contrastare il problema dello spaccio nei boschi con tutti i mezzi a nostra disposizione per la difesa e la tutela del nostro amato territorio. Abbiamo interessato il Prefetto e chiesto udienza al tavolo Provinciale per l'ordine e la Sicurezza Pubblica, luogo adatto di coordinamento per il contrasto di questo tipo di situazione. Siamo stati ascoltati in un confronto costruttivo con esponenti di massimo livello".

Così i sindaci di Montescudaio, Guardistallo e Casale Marittimo hanno aggiornato rispetto alla richiesta di aiuto per contrastare il problema dello spaccio di droga nei boschi del territorio lungo le strade che da Cecina portano ai Comuni dei Colli marittimi.

Al tavolo convocato dalla prefetta di Pisa Maria Luisa D’Alessandro e al quale oltre ai tre sindaci hanno partecipato, il questore Gaetano Bonaccorso, il comandante provinciale dei carabinieri di Pisa colonnello Mauro Izzo, il generale della Guardia di Finanza di Pisa Massimo Benassi e il comandante della polizia provinciale di Pisa Daniele Serafini. Da qui il piano di una serie di azioni di disturbo e deterrenza anche se non ci sono strumenti normativi per contrastare efficacemente lo spaccio.

Verranno svolti però mirati controlli sia sulle strade ma anche nei boschi dove si ripercuote anche una situazione di degrado incontrollato e abbandono dei rifiuti.

Un fenomeno, quello dello spaccio di droga nelle aree boschive che interessa anche aree del territorio. Nel corso delle scorse settimane aree sono stati segnalati smantellamenti di bivacchi abbandonati anche nei boschi di Rosignano Marittimo e Castagneto Carducci. Era il 2016 quando episodi simili erano stati denunciati in Val di Cornia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha diramato un bollettino con codice giallo per le produzioni 24 ore. Ecco le informazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità