comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:46 METEO:CECINA15°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Maradona, la lunghissima fila di tifosi in coda per la camera ardente

Cronaca venerdì 30 ottobre 2020 ore 18:10

Tra Rosignano e Cecina 42 nuovi positivi

Nelle ultime 24 ore l'Ausl ha rilevato altri 287 positivi al coronavirus in provincia di Livorno. La situazione nella Bassa Val di Cecina



CECINA — Su 287 nuove positività al coronavrius rilevate in provincia di Livorno nelle ultime 24 ore, sono 73 i casi segnalati dalla Ausl Toscana nord ovest per l'area Valli Etrusche. Questa la ripartizione dei nuovi casi per Comune di residenza: Bibbona 6, Castagneto Carducci 9, Cecina 14, Guardistallo 6, Montescudaio 1, Piombino 6, Riparbella 1, Rosignano Marittimo 28, San Vincenzo 2. Ben 143 i nuovi casi nel Comune di Livorno.

"In questo ultimo periodo - ha commentato il sindaco di Rosignano, Daniele Donati , stiamo assistendo a un numero di nuovi casi giornalieri variabile, per effetto dei tempi di processazione dei tamponi: non abbassiamo la guardia. Fornisco alcune informazioni aggiuntive sui dati di ieri: dei 7 casi rilevati - con un età media di 37,3 anni - un uomo di 80 anni è ricoverato all'Ospedale di Pontedera, mentre gli altri interessati sono in isolamento domiciliare e sono asintomatici (o mostrano sintomi lievi). Continuiamo a proteggere noi stessi e gli altri (soprattutto coloro che fanno parte delle categorie della popolazione più fragili, come le persone anziane, immunodepresse ecc.): indossiamo le mascherine, manteniamo le distanze e la corretta igiene delle mani".

Dal sindaco di Cecina, Samuele Lippi, una raccomandazione per le commemorazioni dei defunti. “La raccomandazione – ha detto il primo cittadino – è rivolta soprattutto alle persone più anziane e fragili. Ci troviamo a far fronte ad una situazione di emergenza sanitaria molto particolare. La seconda ondata infatti ha effetti molto più preoccupanti della prima per cui l’invito che rivolgo ai cittadini è quello di non affollare i cimiteri domenica 1 e lunedì 2 novembre. Noi a Cecina non li abbiamo mai chiusi, nemmeno durante il lockdown ma è bene sottolineare ancora una volta l’importanza di prestare la massima attenzione possibile e di farlo capire soprattutto alle persone più anziane e più fragili. Mi raccomando, evitiamo di sostare a lungo davanti alle lapidi e di creare assembramenti dando a tutti la possibilità di rendere omaggio ai propri defunti. Al cimitero infatti possiamo andare sempre, non solo in occasione delle ricorrenze e questo permette di evitare situazioni a rischio contagi”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità