Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:CECINA23°30°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump alla convention di Milwaukee: «Sono qui davanti a voi per la grazia di Dio»
Trump alla convention di Milwaukee: «Sono qui davanti a voi per la grazia di Dio»

Attualità giovedì 02 maggio 2024 ore 13:35

Torna il terriccio prodotto da Scapigliato

​Al via la campagna di distribuzione 2024 del Terriccio Buono di Scapigliato, oltre 75mila i sacchi donati fino ad oggi



ROSIGNANO MARITTIMO — Per il settimo anno consecutivo Scapigliato distribuirà ai cittadini di Rosignano Marittimo, Santa Luce, Orciano Pisano e Castellina Marittima i frutti di un’economia circolare a chilometro zero. Con l’arrivo della primavera riparte anche quest’anno, fino ad esaurimento scorte, la campagna di distribuzione gratuita del Terriccio Buono di Scapigliato, l’Ammendante Compostato Verde (A.C.V.) ottenuto nel Polo impiantistico a partire dal riciclo di sfalci e potature.

Dal 2018 ad oggi sono stati circa 75mila i sacchi di Terriccio Buono (da 20 litri ciascuno) ritirati dai cittadini dei Comuni di Rosignano Marittimo, Santa Luce, Orciano Pisano e Castellina Marittima, che adesso saranno nuovamente protagonisti di un’operazione di economia circolare totalmente a km zero, dove gli scarti verdi tornano a rendere fertili i terreni dove le piante sono cresciute.

Sfalci e potature raccolti sul territorio vengono, infatti, avviati a riciclo nell’impianto di compostaggio del verde presente a Scapigliato, per poi essere successivamente lavorati in modo da ottenere un compost di alta qualità per orti e giardini, che viene infine restituito gratuitamente ai cittadini.

Usare il Terriccio Buono di Scapigliato significa evitare lo smaltimento degli scarti verdi in discarica, contribuendo al contempo a rigenerare una risorsa non rinnovabile come il suolo, attraverso un fertilizzante naturale in grado di restituire sostanza organica alla terra, aumentando la sua capacità di assorbire acqua, un fattore importante in tempo di crisi climatica, e riducendo il rischio dell’erosione.

Una volta ritirati i sacchi, il Terriccio Buono, in quanto ammendante e non semplice terriccio, non va impiegato a diretto contatto con radici e semi, ma usato mescolandolo opportunamente al terreno o con altri substrati, modulandone l’impiego anche in base all’età delle piante da fertilizzare.

Per ottenere gratuitamente i sacchi, due a famiglia, è sufficiente compilare il coupon che viene spedito a casa, assieme al manuale coi consigli d’uso del Terriccio Buono, e consegnarlo presso le attività sul territorio, commerciali e non, che collaborano come punti di distribuzione: all’interno del pieghevole è presente un QR code da scansionare per vedere l’elenco delle attività dove poter ritirare il compost. La campagna di distribuzione si concluderà, come ogni anno, all’esaurimento delle scorte.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
4 alveari con 200mila api controllate da sensori per monitorare la biodiversità e utilizzo delle mappe satellitare in accordo con Esa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità