QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 17°20° 
Domani 13°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 25 settembre 2018

Cronaca domenica 19 agosto 2018 ore 08:37

Spiagge bianche, record di salvataggi in mare

Sono stati una trentina nel corso della stagione balneare. Da qui l'appello per seguire le regole basilari quando si decide di fare il bagno



ROSIGNANO MARITTIMO — Nelle ultime settimane il caldo ha spinto sulle spiagge residenti e turisti, facendo lievitare il numero delle presenze. Purtroppo è aumentato esponenzialmente anche il numero dei bagnanti in pericolo o difficoltà in acqua.

Da molti anni l’Amministrazione comunale di Rosignano ha  attuato un "Servizio di vigilanza e salvataggio in grado di assicurare, su alcuni tratti sensibili di spiaggia libera comunale e le relative acque prospicienti, un maggior grado di vigilanza, tutela e rapidità di intervento in favore dei numerosi bagnanti." 

Tuttavia è "Importante ricordare a tutti i frequentatori delle spiagge di prestare attenzione, controllare le bandiere esposte sui pennoni delle torrette e nel caso di bandiera rossa non avventurarsi assolutamente in acqua. Altre regole fondamentali da seguire sono: non forzare le proprie prestazioni, evitare di allontanarsi troppo dalla riva e non entrare in acqua dopo aver mangiato o bevuto alcolici."

La Virtus Buonconvento s.s.d. a r.l., incaricata del servizio di assistenza balneare su spiagge libere comunali per l’anno 2018, fa sapere che i weekend di luglio e le prime settimane di agosto sono state molto impegnative. Soprattutto alle Spiagge Bianche, da loc. Lillatro a loc. Galafone, si registrano numerosi interventi di soccorso e salvamento, in alcuni casi realizzati grazie alla collaborazione della Pubblica Assistenza e dei vigili del fuoco della sezione marittima di Livorno. Al 16 agosto i salvataggi effettuati solo in quella zona sono 28, tutti registrati dalla Capitaneria di Porto.

I venti e le forti correnti che rendono le Spiagge Bianche uno spot ideale per gli sport acquatici, come il kite e ed il surf, contribuiscono a rendere pericolose le acque, ma gli interventi di soccorso sono numerosi anche quando le condizioni del mare sono buone e questo indica una scarsa attenzione alle buone norme di balneazione da parte degli avventori della spiaggia. Nonostante la continua sorveglianza e prevenzione da parte dei bagnini, finora si sono verificati 12 casi di principio di annegamento, che hanno reso necessario l’intervento degli operatori del 118.

Le postazioni di salvamento comunali saranno attive fino al 15 settembre nelle spiagge libere: loc. Arancio a Castiglioncello; nel tratto compreso tra i Bagni Graziella ed i Bagni Tirreno a Caletta; nel tratto compreso tra i Bagni Lo Scoglietto ed i Bagni Trieste a Rosignano Solvay; alle Spiagge Bianche in loc. Lillatro, tra il fosso Fosso Bianco e la foce del Fiume Fine, in loc. Pietrabianca in collaborazione con il Consorzio Nuovo Futuro; in loc. Tesorino a Vada.

Il servizio di vigilanza e salvataggio da parte dei bagnini è attivo tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 19.00 e pertanto è preferibile non fare il bagno al di fuori di questo orario e comunque mai da soli.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità