QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 12° 
Domani -1°10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 19 dicembre 2018

Attualità venerdì 12 ottobre 2018 ore 14:01

Imposta di soggiorno, ecco le scadenze

Il Comune di Rosignano Marittimo ha confermato anche per il 2018 l’imposta di soggiorno per il periodo compreso tra il 1 giugno e il 15 ottobre



ROSIGNANO MARITTIMO — L’imposta è dovuta per ogni persona che pernotta nelle strutture ricettive del territorio comunale fino a 20 pernottamenti consecutivi o 30 cumulativi.

Sono esenti i bambini fino a 14 anni, le persone diversamente abili non autosufficienti con accompagnatore, le scolaresche in gita d’istituto e le persone che soggiornano o risiedono sul territorio per ragioni lavorative legate alla strutture stesse, di assistenza o soccorso, e per disposizioni di autorità pubbliche.

Le tariffe a persona a notte sono le stesse del 2017 e variano in base alla tipologia e classificazione della struttura ricettiva.

Ai fini dell’imposta di soggiorno i gestori delle strutture ricettive sono considerati “agenti contabili di fatto” in quanto sono tenuti a riversare l’imposta riscossa dai turisti nelle casse comunali. Ai sensi del Regolamento comunale infatti i gestori devono presentare al Comune la dichiarazione sulle presenze ed effettuare contestualmente il versamento dell’imposta in due scadenze: entro il 10 settembre per i soggiorni riferiti al periodo 1 giugno - 31 agosto, entro il 1 novembre per i soggiorni che vanno dal 1 settembre al 15 ottobre. La dichiarazione può essere effettuata tramite apposito portale, per posta cartacea all’indirizzo del Comune, via dei Lavoratori, 21 – Rosignano Marittimo, via pec alla mail comune.rosignanomarittimo@postacert.toscana.it, o con consegna a mano al Polisportello o all’Unità Gestione Entrate. 

Il versamento deve essere fatto mediante bollettino postale o bonifico bancario.

 L'agente contabile è sottoposto al controllo giurisdizionale della Corte dei Conti ed è tenuto a rendere il conto della propria gestione (D. Lgs. 267/2000 art. 93). A tal fine i gestori delle strutture ricettive entro il 30 gennaio di ogni anno devono trasmettere al Comune il conto della gestione relativo all’anno precedente, redatto su apposito modello ministeriale approvato con D.P.R. 194/1996 (Mod. 21/conto di gestione).

L’intera procedura, le scadenze, gli importi, le modalità di presentazione e la relativa modulistica sono reperibili sul sito dell’ente.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca