Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:58 METEO:CECINA13°20°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, la movida violenta nonostante il coprifuoco

Attualità mercoledì 30 dicembre 2020 ore 11:44

Il 2020 in numeri

L'amministrazione comunale stila il bilancio dell'ultimo anno tra interventi sul territorio e gestione dell'emergenza Covid-19



ROSIGNANO MARITTIMO — Ci sono stati la cura del territorio, la nascita di due scuole, il progetto della nuova casa della salute, ma non solo. Nel bilancio di fine anno stilato dall'amministrazione comunale c'è anche l'emergenza Covid-19: sanificazioni, distribuzione di mascherine, sostegno all'economia locale, controlli straordinari per evitare assembramenti.

Sono stati 519 i contagiati da inizio epidemia sul territorio comunale, di cui 488 guariti, 19 tutt’ora in isolamento, 2 ricoverati e 10 deceduti.

Dal punto di vista economico, per far fronte alle gravi conseguenze sociali e finanziarie determinate dalle misure di contrasto e contenimento del virus, l’Amministrazione Comunale ad aprile ha varato una manovra di sostegno all’economia locale da oltre 2 milioni di euro, utilizzando avanzi liberi di amministrazione del bilancio 2020.

In tempo di pandemia e di distanziamento sociale, fondamentali diventano le connessioni e le connettività. Anche per questo, l’amministrazione comunale ha incrementato una serie di servizi per semplificare i collegamenti tra i cittadini. Con “Comune Vicino”, ad esempio, sono stati aperti 6 sportelli di prossimità per garantire l’accesso ai servizi comunali anche da remoto ed è stato incrementato il servizio internet nelle scuole. A seguito della pandemia, gran parte dei servizi sono stati digitalizzati per consentire ai cittadini di “andare in comune senza andare in comune”. Sono stati erogati, con apposito bando, contributi alle famiglie per l’acquisto di pc, tablet e computer necessari per la didattica a distanza.

Per quanto riguarda i servizi educativi, il 2020 ha segnato la nascita dei due istituti comprensivi E. Solvay – D. Alighieri e G. Carducci – G. Fattori. Per far fronte alle difficoltà causate dalla pandemia l'amministrazione comunale ha deciso di eliminare la quota di compartecipazione delle famiglie al costo del servizio del nido per i mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre. Per gli ultimi due mesi dell’anno, inoltre, sono state azzerate le rette di refezione scolastica e del trasporto scolastico con scuolabus per tutti gli utenti che usufruiscono di questi servizi.

L’emergenza Covid-19 ha costretto l’Amministrazione a modificare anche il suo programma culturale che, specialmente in estate, ha sempre attirato sul territorio turisti da tutta la Toscana e anche da fuori. Comunque la pandemia non ha fermato la vocazione turistica del Comune che anche nel 2020 ha registrato un grande numero di presenze estive.

Nel 2020 sono state incrementate cura del territorio e manutenzioni pubbliche. A gennaio è stata ripristinata la cassa di espansione del Fosso Pisano, mentre a febbraio sono stati inaugurati gli orti pubblici in località Polveroni. Nell’ambito di una lunga serie di interventi di asfaltatura e manutenzione, che ha coinvolto tutte le frazioni del Comune per un valore di circa 2milioni di euro, a Castiglioncello è stato risistemato il viadotto di via del Quercetano ed ha preso vita la nuova piazza della Vittoria.

Con l’inizio dell’estate è stata modificata la viabilità a Solvay, per migliorare l’accessibilità verso le zone a mare, ed è stato predisposto un nuovo e più efficiente servizio di salvamento con 6 postazioni nelle spiagge libere del territorio comunale tra Castiglioncello e Vada.

Per mantenere alta la qualità del lungomare, durante la stagione estiva, si è provveduto alla riprofilatura degli arenili di Vada e della Mazzanta, nonché alla pulizia della costa da alghe e detriti portati a riva dalle mareggiate. In previsione delle piogge autunnali, sono stati consegnati i depliant del progetto Adapt ai cittadini che abitano vicino ai fossi tombati Botro Secco e Botro Cotone con tutte le informazioni sui sistemi di allerta istallati e i comportamenti da tenere in caso di emergenza. A settembre, inoltre, sono stati puliti i tombini e le caditoie stradali delle zone a rischio di allagamento. Il 25 settembre la violenta tromba marina che si è abbattuta sul quartiere Polveroni ha causato feriti e ingenti danni ad abitazioni e strutture private. Per questo, immediatamente, si è messa in moto la macchina della Protezione Civile, per soccorrere le persone in difficoltà e dare supporto a chi ha dovuto lasciare la propria casa. A ottobre, grazie alla Regione Toscana, è stato possibile fare la richiesta di risarcimento per i danni subiti e, in collaborazione con il Consorzio Lamma, l’Amministrazione ha portato avanti uno studio sulla recidività delle trombe marine a Solvay. Sempre a proposito di Protezione Civile, il Comune ha partecipato alla campagna sulle buone pratiche “Io non Rischio” che quest’anno si è svolta online. In vista dell’estate 2021 è stato chiesto al Genio Civile di riprendere i lavori sull’arenile di Vada, mentre per la Baia del Quercetano, Regione e Comune hanno programmato un corposo intervento di riprofilatura dell’arenile che si concluderà entro il 2022. L’area a mare di Rosignano Solvay, compresa tra Caletta di Castiglioncello e la località Lillatro, è oggetto di uno studio urbanistico portato avanti dal dipartimento di Architettura dell'Università di Firenze allo scopo di poter procedere in un prossimo futuro alla sua “rigenerazione urbana”.

Nel 2020 ha preso corpo il progetto della nuova Casa della Salute per offrire ai cittadini un servizio sanitario più efficiente e preciso. A luglio la Regione Toscana ha confermato all’Asl Toscana nord ovest un finanziamento di 4.920.000 euro, che permetterà di accelerare i tempi della progettazione esecutiva e dei lavori per la nuova struttura in località Casalino a Rosignano Solvay. Questo finanziamento regionale sarà integrato dall’Amministrazione comunale, che ha messo a disposizione una superficie di terreno di 12.400 metri quadrati, e realizzerà una serie di interventi (opere di urbanizzazione da effettuare sia internamente sia esternamente al comparto, e lavori di miglioramento della viabilità esistente anche in funzione dei nuovi flussi di traffico per il distretto), che porteranno l’investimento complessivo a circa 6 milioni e mezzo di euro.

Nonostante il lockdown, nel 2020 è proseguito il processo per la progressiva conversione della vecchia discarica di Scapigliato.

Presto, inoltre, partirà la piantumazione di 200mila alberi, prevalentemente olivi. Un intervento importante, finanziato da Scapigliato, che servirà per migliorare la qualità dell’aria, recuperando la CO2.

Per incentivare la mobilità sostenibile e diminuire le emissioni di CO2 l’Amministrazione comunale ha pubblicato un bando di contributo in favore dei cittadini per l’acquisto di biciclette elettriche, a pedalata assistita e scooter elettrici.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Scattata la denuncia dei carabinieri forestali dopo aver trovato gli animali morti all'interno di sacchi neri pronti per essere gettati nel cassonetto
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca