Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:CECINA10°13°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 02 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, Merkel: «Se fossimo nella situazione dell'Italia, mi sentirei meglio»

Attualità venerdì 29 maggio 2020 ore 15:19

Cura del verde, un piano per gli interventi

L'emergenza coronavirus ha obbligato l'amministrazione a riprogrammare tutti i servizi. Suddivisi i compiti con i vari soggetti partner



ROSIGNANO MARITTIMO — Con la riorganizzazione del servizio di gestione del verde pubblico, il Comune ha pianificato e programmato le attività di sfalcio e potatura di tutte le aree delle frazioni. A Scapigliato S.r.l. è rimasta in carico la gestione delle aree verdi di pregio, come ad esempio il Castello Pasquini, la Pineta Marradi, via Fucini e piazza della Vittoria a Castiglioncello, piazza Risorgimento, piazza Monte alla Rena, piazza del Mercato, piazza delle Repubbliche Marinare, l'area verde circostante "Le Creste", il Teatro ed altre aree a Rosignano Solvay, piazza Garibaldi a Vada, l’area feste “Sorbetto” a Castelnuovo della Misericordia ed altre aree nelle rimanenti frazioni.

Scapigliato continuerà a svolgere questo compito con il proprio personale, che proseguirà a lavorare nel giardinaggio come in passato, ma in maniera più coordinata e organizzata, senza che ci siano rischi per il posto di lavoro e per la retribuzione economica. Oltre che per il Comune, infatti, i giardinieri opereranno per la gestione dell’imponente piano di incremento del verde previsto da Scapigliato in ottemperanza alle scelte di sviluppo del Polo Impiantistico della “Fabbrica del Futuro”.

Le banchine stradali, invece, vengono gestite dal Consorzio di Bonifica Toscana Costa, che da anni ha una convenzione con il Comune recentemente rimodulata. Il Consorzio è già operativo nelle zone di Castiglioncello e Rosignano Solvay e ha messo in campo più squadre contemporaneamente per garantire maggior efficienza nel servizio.

Le ulteriori attività, che anche Scapigliato almeno in parte esternalizzava, vengono gestite direttamente dal Comune con affidamenti tramite gare di appalto a imprese del settore. Per la gestione di queste attività è stata deliberata lo scorso anno l’assunzione di un agronomo tramite un concorso pubblico, la cui procedura è stata purtroppo interrotta in adempimento delle norme imposte a livello nazionale e che solo recentemente si è riavviata per concludersi entro la prossima estate.

Prima della pandemia erano stati programmati 2 affidamenti a imprese del settore, per un importo complessivo di circa 400mila euro. La prima delle due gare di appalto era stata indetta per tempo e prevedeva inizialmente la scadenza della presentazione delle offerte nel mese di marzo. A causa dell’emergenza sanitaria la scadenza è stata più volte posticipata fino al mese di maggio. La gara si è conclusa lo scorso 25 maggio e il servizio è stato assegnato alla impresa Garden Poggiofiorito di Rosignano Solvay, che a giorni partirà con il lavoro. Visto l’andamento di questa gara, la seconda procedura di appalto non è stata neppure bandita e per sopperire alle necessità in una sostanziale situazione di emergenza sono stati effettuati finora due affidamenti diretti di importo pari ciascuno a circa 40mila euro, il primo alla ditta Giglio ed il secondo alla cooperativa Il Carro. Entrambe stanno operando sul territorio per fronteggiare le situazioni più critiche e più urgenti. Un terzo affidamento è in corso.

"Qualità e cura del verde – ha spiegato il sindaco, Daniele Donati – andranno a migliorare quando il servizio sarà a pieno regime. E per farlo, l'Amministrazione comunale ha coinvolto attivamente imprese e realtà locali per dare una risposta economica al territorio in un momento di parziale difficoltà come questo".

Il Comune, infine, ha stanziato un finanziamento da 300mila euro per i lavori di potatura degli alberi di alto fusto. L’intervento era partito prima dell’espansione della pandemia e si è dovuto interrompere con il lockdown. Con l’avvento dei mesi estivi, si è conclusa la stagione della potatura, che quindi riprenderà nel prossimo mese di settembre per concludere le attività programmate.

"L’Amministrazione comunale – ha commentato l'assessore ai lavori pubblici, Giovanni Bracci – durante l’inverno ha riorganizzato in toto il servizio di sfalcio e potatura delle aree verdi del territorio. Con questa nuova e più dettagliata pianificazione vogliamo rendere migliore e più efficiente il servizio, avendo la possibilità di tenere sotto controllo tutte le varie attività in campo nelle diverse frazioni del Comune. Si è trattato di un cambiamento importante, pianificato per tempo, che purtroppo è andato a coincidere con l’emergenza sanitaria che ha determinato un po’ dappertutto sensibili ritardi e disfunzioni nell’esecuzione del servizio. Tuttavia, fin da prima della riapertura delle attività l’Amministrazione comunale ha messo in campo azioni correttive per fronteggiare la situazione, ancora non del tutto soddisfacente, ma che progressivamente si sta avvicinando alla normalità e che nel giro di poco tempo prevediamo che sarà definitivamente in linea con il rispetto delle necessità e delle attese della cittadinanza".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In provincia di Livorno 49 nuovi contagi mentre in Toscana, complessivamente, sono stati accertati 559 nuovi casi di positività al Covid-19
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità