QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 17°21° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
domenica 21 luglio 2019

Politica venerdì 05 luglio 2019 ore 14:22

"Cancellato il concerto di Povia, vergogna!"

L'onorevole Manfredi Potenti (Lega)

L'onorevole Manfredi Potenti (Lega) difende il cantante, che a suo dire avrebbe dovuto esibirsi a Castiglioncello, e parla di "indicazioni di regime"



ROSIGNANO MARITTIMO — "Pare - denuncia il deputato della Lega Manfredi Potenti - che questa Estate il cantante Giuseppe Povia potrebbe non esibirsi a Castiglioncello. In un primo tempo la sua presenza era stata inserita nel cartellone del Gran Galà Perla del Tirreno. Poi, successivamente, come voci sempre più insistenti vanno confermando, a causa di velate indicazioni di "regime" i promotori sarebbero stati sconsigliati di proporre il suo spettacolo.

I regimi politici sono storicamente efficienti nel filtrare le personalità alle quali autorizzare una spettacolazione al popolo. Povia è però un semplice grande artista che in molte occasioni ha dedicato anche ai più piccoli delle bellissime melodie, la prima delle quali, ricordiamo, è "I bambini fanno ohh".

Nel comune di Rosignano Marittimo, la Sinistra baldanzosa e di nuovo al governo grazie alla esigua parte di elettori che testardamente e con disciplina l' hanno votata, continua a compiere i suoi capolavori. Dimentica però che stavolta troverà ad ergersi difensori della libertà non dei semplici dilettanti ma, un partito come la Lega che di omuncoli e dittatorelli locali ne ha piene le scatole.

Se questi sono i primi bagliori del nuovo corso, sappiano questi politicanti di regime che in politica le censure, le minacce, le estorsioni sono state abolite come metodo di esercizio del potere dal lontano 1945. Ma ciò che disgusta è proprio il fatto che lo spirito che animò quei combattenti, le cui melodie ci si erge a canzonare puntualmente (ed anche musicalmente male) durante le elezioni negli ormai sparuti e deserti raduni di sinistra, è da 75 anni apertamente tradito da questi abbietti metodi da regime staliniano. Diciamo tolleranza zero!!"



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Attualità