Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:13 METEO:CECINA21°26°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 24 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Miami, il video del crollo del palazzo di dodici piani

Attualità giovedì 29 gennaio 2015 ore 18:04

Il ricordo del giovane antifascista Oberdan Chiesa

Iniziative per il Giorno della Memoria anche domani al centro culturale Le Creste al cinema di Castglioncello con 'La Tregua' di primo Levi



ROSIGNANO MARITTIMO — Nonostante la pioggia, che ha portato la celebrazione all’interno dell’auditorium di Piazza del Mercato a Rosignano, in molti questa mattina, 29 gennaio, hanno voluto rendere omaggio alla memoria del giovane antifascista Oberdan Chiesa, fucilato per rappresaglia il 29 gennaio 1944. Il sindaco Alessandro Franchi e gli amministratori comunali, il presidente dell’Anpi locale Giacomo Luppichini, gli studenti delle scuole medie e superiori, la Filarmonica Solvay, il Coro dell’Anpi, i Sindaci ed i Gonfaloni dei Comuni del comprensorio, tanti rappresentanti delle associazioni combattentistiche, delle forze dell'ordine e delle autorità militari, incluso un picchetto di onore dei Carabinieri vestiti in alta uniforme.

Nei loro interventi sia il Sindaco Alessandro Franchi che Giacomo Luppichini hanno voluto ricordare, alla presenza dei familiari, la figura di Oberdan Chiesa, giovane martire dell’antifascismo, morto per i propri valori di libertà e democrazia. Un protagonista della storia la cui memoria deve essere ancora oggi di stimolo per riflettere. Molti infatti gli spunti di attualità toccati nei due interventi: il Sindaco Franchi ha voluto ricordare gli attentati terroristici avvenuti solo poche settimane fa a Parigi che, di nuovo, hanno voluto colpire la libertà di espressione ed il popolo ebreo, mentre Luppichini ha ricordato la tragica situazione che si sta vivendo in Ucraina. “I 70 anni di pace dell’Europa – hanno sottolineato – non devono farci mai abbassare la guardia, anche perché ancora oggi, vicino a noi esistono focolai di intolleranza e di oppressione alla libertà dell’individuo”.
Protagonisti della celebrazione anche la musica e la recitazione, grazie alle esibizioni della Filarmonica Solvay e del Coro dell’Anpi, che con l’Inno di Mameli ed alcune canzoni partigiane hanno avuto il merito di riportare alla mente dei presenti quella fredda mattina di 71 anni fa, quando Oberdan Chiesa fu fucilato dai fascisti, e quella ancor più fredda giornata del 27 gennaio 1945, quando i soldati sovietici aprirono i cancelli del campo di sterminio di Auschwitz, emblema supremo dell'orrore nazista.
Bella anche l’esibizione del Gruppo Teatrale dell’Isis Mattei, i cui studenti hanno recitato alcuni brani molto significativi, tra cui quello tratto da “Odio gli indifferenti” di Antonio Gramsci, per concludere con un assolo accompagnato da chitarra della canzone “Oltre il ponte”, scritta da Italo Calvino e musicata da Sergio Liberovici.
Al temine della celebrazione, sotto una pioggia battente, il trasferimento alla spiaggia del Lillatro per la deposizione della corona di alloro al cippo dedicato ad Oberdan Chiesa.

Tuttavia, il contributo del Comune di Rosignano sul fronte della memoria non termina oggi con la celebrazione di Oberdan Chiesa. Numerose sono infatti le iniziative previste anche per domani, venerdì 30 gennaio. Nell’ambito del programma messo a punto dal Comune e dall’Anpi si terrà domani sera, a partire dalle ore 21,15, al cinema Castiglioncello una proiezione gratuita del film di Francesco Rosi “La Tregua”, che sarà proceduta da una bella iniziativa dell’associazione “La Nottola”, con la lettura di Patrizia Fantozzi di alcuni brani da “La tregua” di Primo Levi ed un intermezzo musicale con la violinista Alice Clara.
Anche il Centro culturale Le Creste celebrerà domani il Giorno della Memoria con un’apertura straordinaria dedicata al ricordo. Tutti i servizi del centro saranno aperti e, come di consueto, ci saranno iniziative per tutti, grandi e piccini: nella sala conferenze dalle ore 16.30 alle ore 18.30 “Un libro, un film” con un film per ragazzi e adulti; presso la ludoteca dalle ore 19.30 alle 23 appuntamento con cineludo e pizza per bambini dai 6 agli 11 anni (prenotazione obbligatoria al 345 7184574); nello Spazio Giovani dalle ore 15 alle 19 l’allestimento delle opere sul tema della Shoah create dagli studenti del Liceo artistico paritario A. Gemelli di Cecina, con proiezioni a schermo e discussioni libere; presso la sala lettura, dalle ore 21, la conferenza organizzata dall’Informagiovani “La paura del diverso”, con la psicologa Dott. ssa Rosati e lo psicoterapeuta Dott. Bichisecchi; contemporaneamente nella sala Bambini le favole della buonanotte per bambini da 0 a 6 anni (prenotazione obbligatoria allo 0586 724500). La Biblioteca sarà aperta non stop dalle 9 alle 23 ed anche la caffetteria aprirà dalle 7 alle 23. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da Cecina e San Vincenzo tantissimi messaggi di cordoglio dopo essersi diffusa la notizia della morte di Flavia Tenerelli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità