Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:50 METEO:CECINA21°26°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
venerdì 17 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Galatasaray-Lazio, la clamorosa papera di Strakosha: l'autogol regala la vittoria ai turchi

Attualità giovedì 13 maggio 2021 ore 17:38

Stop al vetro da asporto, firmata l'ordinanza

Bottiglie di vetro (Foto di repertorio)

In vigore per 30 giorni le limitazioni in merito alla vendita e somministrazione di bevande in contenitori di vetro, fatte alcune eccezioni



CECINA — “La riapertura dei locali ha reso necessario un rafforzamento delle misure dirette a garantire sia la tranquillità ed il riposo dei residenti che, in linea più generale, la tutela dell’ambiente e della vivibilità del contesto urbano spesso interessato dall’abbandono di rifiuti, in particolare modo di contenitori di vetro che vengono prelevati dai locali per la consumazione in strada e depositati incautamente nelle aree pubbliche". 

Con questo parole il sindaco di Cecina Samuele Lippi ha annunciato una specifica ordinanza che prevede limitazioni della vendita e somministrazione di bevande in contenitori di vetro da parte dei pubblici esercizi e dei circoli privati su tutto il territorio comunale, in area pubblica o privata.

Nel dettaglio, l’ordinanza prevede il divieto di vendita e il divieto di somministrare alcolici, superalcolici e altre bevande in contenitori di vetro, eccetto quando la vendita o la somministrazione con la conseguente consumazione avvengano: per i clienti ammessi all'interno del locale, per i clienti seduti sia ai tavoli esterni pertinenti il locale, sia su suolo pubblico dato in concessione all’esercizio ed opportunamente delimitato, per i clienti che accompagnano e correlano l’asporto delle bevande all’acquisto in via principale di alimenti in vendita presso l’esercizio stesso destinati a costituire un pasto.

L’ordinanza che resterà in vigore per 30 giorni. L'inosservanza del provvedimento è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da 500 euro a 5.000 euro.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In provincia di Livorno si contato 36 nuovi casi accertati nelle ultime 24 ore. In Toscana, 435 i nuovi contagi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Politica