Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:59 METEO:CECINA10°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 25 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Stupido figlio di p...», la gaffe di Biden che insulta un giornalista a microfono acceso

Attualità martedì 23 gennaio 2018 ore 14:25

L'Erasmus dei prof per facilitare l'integrazione

Le Galilei partecipano al progetto Erasmus+ "I Care" con l'obiettivo di condividere le esperienze in tema di integrazione di figli di migranti



CECINA — Si chiama “I Care”, ovvero “Immigrants' Children and Refugees Education” (Integrazione dei figli di migranti e rifugiati attraverso un'educazione inclusiva e multimediale), il progetto che ha come obiettivo quello migliorare le pratiche di accoglienza e integrazione di tutti i ragazzi in difficoltà, in particolare di quelli con background migratorio, attraverso una serie di scambi di buone pratiche con i colleghi europei e la conoscenza diretta dei sistemi di integrazione ed accoglienza nel Regno Unito, in Finlandia e Portogallo.

Grazie ad un finanziamento per la mobilità del personale della scuola nell'ambito del progetto Erasmus, l'istituto secondario di primo grado Galileo Galilei di Cecina ha portato avanti sei mobilità di docenti nei tre paesi europei per conoscere quindi le buone pratiche in materia di accoglienza ed integrazione scolastica. Quattro, due in Finlandia e due nel Regno Unito, sono già state effettuate mentre altre due, in Portogallo, prenderanno il via a febbraio.

Sempre in ambito Erasmus+, la scuola accoglie poi da ottobre a metà gennaio una lettrice madrelingua spagnola - Maria Del Carmen Ramirez Navarro, laureata in Lingue e proveniente dalla città di Granada - che accompagna le insegnanti in alcune lezioni di conversazione e cultura.

Ancora, da quattro anni la professoressa Francesca Sammartino organizza uno scambio con scuole spagnole all'interno della piattaforma eTwinning. Una sorta di gemellaggio virtuale che quest'anno vedrà a breve la collaborazione con un importante istituto di Siviglia.

"Il potenziamento linguistico - ha commentato l'assessore e vicesindaco Giovanni Salvini - è di fatto una priorità per le insegnanti e per tutti gli studenti. Esperienze in ambito europeo, come quelle portate avanti da anni dalla scuola Galilei, sono un modello e un esempio per gli altri istituti».

Nella foto sono presenti oltre all'assessore Giovanni Salvini: la lettrice di spagnolo Maria Del Carmen Ramirez Navarro, il dirigente scolastico Tania Pascucci e le insegnanti Anna Arzilli, Lucia Cruschelli, Lucia Corsini e Francesca Sammartino.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In Toscana i nuovi contagi sono 5.603 su 34.405 test in base al report della Regione Toscana relativo alle ultime 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità