Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:53 METEO:CECINA22°28°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 28 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo2020, Federica Pellegrini: «Senza Matteo avrei smesso qualche anno fa»

Attualità sabato 07 febbraio 2015 ore 13:05

Nocchi sulle poste: "ennesimo taglio dei servizi"

Il segretario del Pd pisano Francesco Nocchi interviene su chiusure e riduzione di orario degli uffici postali sul territorio, in difesa dei cittadini



PROVINCIA DI PISA — "In provincia di Pisa si prevede la chiusura totale degli uffici di Ponteginori, San Giovanni alla Vena, Castelmaggiore, Uliveto Terme, Treggiaia, Corazzano, Ghizzano, Legoli, Luciana, Marti e Soiana e inoltre la riduzione di orario per gli uffici di Montecatini Val di Cecina, Monteverdi Marittimo, Orciano Pisano, Capanne". Stavolta è il segretario del Pd pisano Francesco Nocchi a schierarsi in difesa dei servizi sul territorio.

"Lascia stupiti il comunicato di Poste Spa che parla di 'adeguamento dell'offerta alla domanda' e di 'mantenimento della centralità del cittadini' - scrive Nocchi un una nota - niente di tutto questo, piuttosto l'ennesimo taglio dei servizi che danneggia ulteriormente i cittadini che hanno meno possibilità di spostarsi (soprattutto anziani) e penalizza territori (quelli rurali) che da anni vedono privarsi di presidi pubblici e servizi".
Per il segretario provinciale "non è possibile far finta di ignorare la funzione di presidio, troppo spesso unico, che i servizi postali esercitano in certe zone, dove consentono l’accesso universale a servizi locali essenziali e rappresentano un luogo irrinunciabile di coesione, la cui assenza rende sempre più difficile far sì che anche questi piccoli centri continuino ad essere vissuti ed abitati, e non lasciati all'incuria o alla solitudine".

"Questo ulteriore taglio non è accettabile anche perché la razionalizzazione ha già interessato le stesse aree poco tempo fa - conclude Nocchi - dobbiamo sostenere la mobilitazione dei sindaci e dei nostri concittadini contro questa decisione, assolutamente imprevista e calata dall'alto di Poste Spa".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Confesercenti: "Troppe responsabilità sulle imprese, impossibile intervento su lavoratori se la legge non lo prevede"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità