Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:CECINA13°20°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il siparietto di Draghi e il pavone: «Ci accompagna da stamattina, sentiamo cosa dice»

Attualità lunedì 13 aprile 2015 ore 13:24

Video poker: un giro da 54 milioni

I consiglieri del Movimento 5 Stelle, alla luce dei dati di Libera, ricordano che il Comune ha approvato una mozione per contrastare il fenomeno e chiedono che sia rispettata



ROSIGNANO MARITTIMO — Il consiglio comunale di Rosignano Marittimo nella seduta del 30 settembre 2014 ha approvato la mozione relativa a "Incentivi per contrastare la diffusione di Slot Machine presso locali e bar pubblici".
Il documento era stato presentato dal Movimento 5 Stelle Rosignano Marittimo tramite i Consiglieri Portavoce Mario Settino, Elisa Becherini e Francesco Serretti  i quali spiegano che la mozione "impegnava il Sindaco e la Giunta comunale a: attivare una campagna di sensibilizzazione rivolta agli esercenti e informativa verso la cittadinanza intera; ad attivare una politica di sgravio fiscale che, attraverso variazioni del regolamento, che premi gli esercenti che si impegnino a non installare slot machine video lottery nei propri locali, o a rimuovere quelle installate, per un periodo temporale di almeno cinque anni, anche in considerazione delle nuove normative fiscali; a valutare, in particolare, una riduzione della TASI, per la parte di competenza comunale, agli esercizi che aderiranno alla campagna 'NO SLOT', come provvedimento di maggior utilità nella direzione definita da questa mozione; gli esercenti che aderiranno alla campagna applicheranno sulle proprie vetrine un adesivo riportante la scritta 'No Slot'; creare un’apposita pagina sul sito web del Comune di Rosignano Marittimo che segnalasse gli esercizi commerciali aderenti al progetto".
"La mozione - scrivono i consiglieri del Movimento Mario Settino, Elisa Becherini e Francesco Serretti - è stata approvata con l'emendamento di togliere i 5 anni di limite temporale e con l'impegno a portarla in Commissione per definire meglio quali sgravi fiscali applicare e togliendo la riduzione della Tasi da noi proposta".

L'argomento torna di estrema attualità dato che l'associazione Libera ha recentemente fornito i dati relativi al fenomeno. "A fare il conto del giro di soldi che si muove sotto il triste fenomeno sono i volontari di Libera del presidio di Castagneto Carducci e San Vincenzo - riportano i 5 Stelle - su un totale di nove comuni, da Livorno a Piombino, sulla scorta delle informazioni fornite dai Monopoli di Stato e dalla Guardia di finanza, sono 54 milioni di euro che Costa degli etruschi vengono fatti scivolare negli ingranaggi luminosi delle videolottery". "A Cecina tocca il tristissimo primato - aggiungono - ma il Comune di Rosignano Marittimo è tra i primi posti nella classifica riguardante i nove comuni della Costa in cui è stata fatta la valutazione".

"Il Movimento 5 Stelle Rosignano ha ben presente cosa questo significhi, e ribadisce che non è accettabile che un impegno preso il 30 settembre sia rimasto lettera morta dopo ben 5 mesi, soprattutto perché questo riguarda un fenomeno che coinvolge moltissimi cittadini come ben evidenziato dai dati forniti da Libera - scrivono Settino, Becherini e Serretti - i Sindaci sono diretti responsabili nei Comuni dell’assetto delle funzioni del territorio, della salute dei cittadini, dell’incolumità pubblica quali rappresentanti delle comunità di cui devono curarne gli interessi e promuoverne lo sviluppo, la dipendenza dal gioco è una vera e propria malattia che compromette lo stato di salute fisica e psichica del giocatore, il quale non riuscirà a uscirne da solo". 
"Il malato di gioco (GAP –Gioco d’Azzardo Patologico) è cronicamente e progressivamente incapace di resistere all'impulso di giocare e spesso si trova nella condizione di dover chiedere prestiti a usurai o a fonti illegali, oppure di venire arrestato per falsificazione, frode, appropriazione indebita o evasione fiscale mirate a ottenere danaro per giocare; a volte giunge alla perdita del lavoro per assenteismo - proseguono i 5 stelle - tutto questo produce sofferenza, difficoltà di relazione anche all'interno della famiglia, litigi e vulnerabilità, fino al suicidio".

I Consiglieri Mario Settino, Elisa Becherini e Francesco Serretti "ricordano al Sindaco di essersi impegnato davanti alla cittadinanza e chiedono che tale impegno sia rispettato, con la convocazione urgente della Commissione e l'immediata attivazione delle azioni proposte dalla Mozione".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Scattata la denuncia dei carabinieri forestali dopo aver trovato gli animali morti all'interno di sacchi neri pronti per essere gettati nel cassonetto
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità