Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:CECINA16°21°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, Giornata Mondiale delle Api: da piazza del Popolo a Villa Pamphilj arrivano gli «spacciatori» di semi di fiori

Attualità sabato 29 aprile 2023 ore 15:24

Piano di sviluppo area H5, "finalmente si parte"

Soddisfazione di Cna Bassa Val di Cecina per la sottoscrizione della convezione dell'area H5 anche se i 30 anni serviti per arrivarvi sono troppi



ROSIGNANO MARITTIMO — Mentre prende forma il progetto legato alla zona conosciuta come H5, che riguarda il terreno non urbanizzato tra Rosignano Solvay e Caletta, Cna ha espresso la propria soddisfazione anche se spinge l'attenzione sulla questione lavoro.

"Dopo trent’anni di discussioni la politica ha trovato finalmente una soluzione allo sviluppo dell’area cosiddetta H5 e auspica che a breve siano aperti i primi cantieri", ha commentato.

Il riferimento è alla recente firma della convenzione siglata nei giorni scorsi a Riotorto tra il Comune di Rosignano e l’Unicoop Tirreno. Una convenzione che riguarda appunto il Piano Attuativo del Comparto 3-2U (ex H5) a Rosignano Solvay che mira ad aumentare servizi e attrattività della zona.

L’area interessata è quella compresa tra la via di Lungomonte a Nord, via della Cava, via Lizzadri a Sud e la linea ferroviaria verso Ovest. Nel progetto sono previsti un Polo scolastico 0-6 anni, una piscina, un campo di calcio, una zona residenziale, una zona commerciale con centro direzionale e una struttura ricettiva e un parco pubblico.

“Dopo decenni di crescita demografica – ha commentato il presidente Cna di zona Giacomo Grassi - il Comune di Rosignano Marittimo negli ultimi anni sta conoscendo una lenta ma costante situazione di decrescita demografica, in linea con la tendenza nazionale ma comunque da contrastare con decisione, quindi ben venga la realizzazione di un progetto come l’H5 che prevede, tra l’altro, nuovi servizi (scuole, impianti sportivi ecc.), che contribuiranno a migliorare la vita degli attuali residenti e, soprattutto, potranno attrarne di nuovi. Tutto ciò basta? Certo che no. Per la Cna, lo abbiamo affermato con fermezza durante l’ultima campagna elettorale, il tema centrale è il lavoro: occorre che l’amministrazione si impegni molto di più per tutelare e incentivare la crescita delle imprese locali, bisogna riprendere un dialogo sui piani di sviluppo della zona artigianale delle Morelline e lavorare per migliorare e sviluppare nuovi prodotti turistici”.

“Il Comune di Rosignano Marittimo è un territorio vasto – ha aggiunto - caratterizzato da zone a prevalenza agricola, altre turistica, altre industriale, altre residenziale, ma anche fortunatamente con buona parte del territorio occupato da zone boschive da tutelare e valorizzare, si pensi, ad esempio, al boom del ciclo turismo e dei prodotti turistici naturalistici. Per concludere se una critica deve essere mossa alla politica è quella di aver perso troppo tempo in discussioni. Trent’anni sono troppi per arrivare alla fase esecutiva di un progetto così importante. Sono situazioni purtroppo non rare nella nostra provincia, che allontanano gli imprenditori potenzialmente interessati ad investire sui nostri territori. Ma adesso guardiamo avanti”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha diramato un bollettino con codice giallo per le produzioni 24 ore. Ecco le informazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità