Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:CECINA16°21°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, Giornata Mondiale delle Api: da piazza del Popolo a Villa Pamphilj arrivano gli «spacciatori» di semi di fiori

Attualità sabato 04 marzo 2023 ore 10:27

Pescatori senza ormeggi, “chiarire punti e norme”

L’ad del Cala dei Medici: “Valutare una futura modifica delle concessioni da monofunzionali a polifunzionali. Concorrere comunque alle spese portuali”



ROSIGNANO MARITTIMO — Marina Cala de’ Medici Spa si è detta disponibile a un tavolo di negoziazione per la rimodulazione della concessione per gli ormeggi dei pescatori. Un passo emerso a seguito della discussione in Consiglio comunale.

“La linea di indirizzo è di valutare una futura modifica delle concessioni da monofunzionali a polifunzionali. - ha spiegato l’Amministratore Delegato del porto e presidente del Consorzio Marine della Toscana Matteo Italo Ratti - È in questa modifica che si inserisce la possibilità di estendere le funzioni della marina e accogliere anche delle aree di banchina per funzioni diverse dal diporto, come il trasporto passeggeri e la pesca ad esempio”.

Come spiegato, l’atto che sancisce la modifica da “monofunzionale” a “polifunzionale" è la concessione demaniale, e non la convenzione al quale è un atto che indica i tempi e le azioni da svolgere in accordo tra le parti. Quest’ultima serve solo per normare i processi e gli atti ma non autorizza l’utilizzo della struttura per funzioni differenti. Un percorso che dipende da più amministrazioni competenti.

“I porti generalmente non sono interessati alla modifica da monofunzionale e polifunzionale; tuttavia, all’interno di una rimodulazione della concessione che tenga in considerazione anche le mutate necessità della gestione portuale secondo un mercato sempre più internazionale, esigenze di adeguamento funzionale e energetico e la definizione dei costi incerti, si ritiene che possa aprirsi un tavolo di negoziazione di ambito regionale se non nazionale. - hanno spiegato - È necessario quindi capire e definire chi dovrà farsi carico della copertura dei costi. Attraverso la rimodulazione delle attuali concessioni, ossia adeguando il piano finanziario originario che ha generato l’ammortamento finanziario dell’investimento e quindi la durata della concessione, si potrebbero anticipare le modifiche previste dalle linee di indirizzo regionali. Ma per poter avviare questo iter le concessionarie di porti turistici devono dimostrare i mutati investimenti e le differenze di costi di gestione rispetto alle previsioni dei piani finanziari originali che hanno generato il procedimento di erogazione della concessione demaniale secondo il principio “investimento = costi/ricavi = durata”.

A questo proposito l’Ad Ratti ha sottolineato che “per arrivare all’obbiettivo si tratta di intraprendere un percorso che dipende non solo dal comune, ma da più amministrazioni competenti: servono l’adozione del nuovo Master Plan regionale quale parte integrante del PIT (che ora è solo il masterplan: quadro conoscitivo), la modifica del Piano Operativo dei comune, e solo dopo si potrà avviare il percorso di rimodulazione della concessione con tutto l’iter di legge previsto. I tempi di questo percorso, come ben si può comprendere non sono immediati. E in ogni caso - fa notare l’AD Ratti - una volta che l’iter sarà concluso, i soggetti che potranno rientrare in queste previsioni, dovranno rientrare in processi di assegnazioni mediante bandi pubblici o nel nostro caso, privati e concorrere comunque alle spese portuali che sono inerenti alla funzione di Marina, poiché non sono strutture sin dall’origine studiate per accogliere le funzioni diverse da diporto”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha diramato un bollettino con codice giallo per le produzioni 24 ore. Ecco le informazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità