Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:58 METEO:CECINA23°29°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Autobomba a Mosca: in un video si vede un uomo che piazza l'ordigno sotto l'auto, poi l'esplosione
Autobomba a Mosca: in un video si vede un uomo che piazza l'ordigno sotto l'auto, poi l'esplosione

Attualità venerdì 17 giugno 2016 ore 14:25

Lunedì il ricordo dell'eccidio di Vada

La cerimonia si terrà alla presenza del presidente del consiglio regionale Eugenio Giani nella centrale piazza Garibaldi



ROSIGNANO MARITTIMO — Lunedì 20 giugno nella piazza Garibaldi di Vada, a partire dalle 21.15, il Comune di Rosignano Marittimo ricorderà l’Eccidio di Vada, un episodio drammatico che ha segnato la comunità locale, avvenuto durante la ritirata dalla Toscana delle truppe naziste nell’estate del 1944.


Alla cerimonia, a cui saranno presenti i rappresentanti della sezione locale ANPI e il Gruppo Filarmonico Solvay, interverranno il Sindaco Alessandro Franchi ed il Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani.


“Episodi come l’eccidio di Vada - ha dichiarato il Presidente Giani - sono ancora nella memoria di molti, ma, affinché si conservi nel futuro la testimonianza di tanta efferatezza quale monito per l’avvenire, occorre che le istituzioni e i cittadini volgano attenzione alla memoria. Il 20 Giugno 1944 le SS entrarono a Vada, radunarono l’intera popolazione nella piazza centrale ed uccisero senza ragione alcuna quattro civili. Parlarono in modo concitato con il Parroco, Don Antonio Vellutini, che impedì ai soldati tedeschi di concentrare la popolazione dentro la Chiesa. I cittadini furono costretti a sfilare di fronte ai cadaveri di Elio e Ivo Vanni, Ruggero Lupichini e Delfo Rofi".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno