QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 20° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
lunedì 25 marzo 2019

Attualità sabato 12 gennaio 2019 ore 17:07

Il porta a porta anche nelle frazioni collinari

Il servizio di raccolta si estende e sbarca anche a Gabbro, Castelnuovo della Misericordia e Nibbiaia. Incontri e campagna informativa



ROSIGNANO MARITTIMO — Arriva anche a Gabbro, Castelnuovo della Misericordia e Nibbiaia la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani porta a porta. A febbraio sono in programma gli incontri e la campagna informativa, a marzo è prevista la partenza del servizio. Il progetto predisposto dal Comune di Rosignano Marittimo con la Società Rosignano Energia Ambiente SpA entra così nella seconda fase, dopo l’avvio sperimentale a gennaio 2018 nella frazione di Rosignano Marittimo.

"L’obiettivo - specifica il Comune in una nota-  è l’incremento della raccolta differenziata in tempi più rapidi, il massimo recupero dei materiali riciclabili (carta, cartone, alluminio, acciaio), anche responsabilizzando i cittadini sulla produzione dei rifiuti. L’avvio del servizio un anno fa nella frazione di Rosignano Marittimo (con 1338 utenze domestiche e 77 non domestiche) ha dato un risultato positivo, con una percentuale del 79 per cento per la differenziata porta a porta contro circa il 45% della differenziata a cassonetto (dato medio del territorio comunale). Il nuovo sevizio avrà un costo di circa 200mila euro l’anno, che il Comune copre con il recupero di fondi dall’evasione ed elusione fiscale della Tari. Le attività inizieranno con la campagna di comunicazione, essenziale per avere il contributo dei cittadini, gli incontri pubblici e la distribuzione dei kit e del materiale informativo. Poi inizierà la raccolta nelle tre frazioni collinari, che riguarda in tutto 1507 utenze domestiche (558 a Castelnuovo, 382 a Gabbro e 567 a Nibbiaia) e 76 non domestiche (42 a Castelnuovo, 16 a Gabbro e 18 a Nibbiaia)".

La raccolta differenziata per le utenze domestiche avverrà 3 volte a settimana per l’organico, 2 per pannolini e pannoloni, e 2 per imballaggi in multi materiale, 1 per carta e cartone e 1 per l’indifferenziato. Per le utenze non domestiche l’organico sarà raccolto 4 volte a settimana nel periodo invernale e tutti i giorni in estate, gli imballaggi in multi materiale e la carta e cartone 3 volte a settimana.

“Dopo l’avvio del servizio sperimentale a Rosignano Marittimo siamo in grado di estendere la raccolta differenziata porta a porta anche a tutto i territorio comunale – ha detto il sindaco Alessandro Franchi durante la presentazione alla stampa – il porta a porta ci consente di avvicinarci alle percentuali imposte dalla normativa, che con la raccolta a cassonetto non possiamo ottenere. Richiede anche la partecipazione attiva dei cittadini, che sono i protagonisti della differenziazione dei rifiuti, per questo iniziamo sempre con la campagna informativa e gli incontri pubblici. Negli 11 mesi di sperimentazione a Rosignano Marittimo abbiamo raggiunto il 79 per cento di differenziata, grazie proprio alla collaborazione dei cittadini e di tutti i soggetti coinvolti nel servizio. Questo risultato ci consente di consolidare il servizio a Marittimo, di iniziare entro un mese nelle frazioni collinari e a primavera di presentare il servizio per le frazioni costiere, in modo da estenderlo a tutto il territorio comunale”. 

Infatti “Rosignano Marittimo ha rappresentato un modello, una buona pratica per tutto il comune, che porteremo avanti anche grazie all’impegno di Rea – ha proseguito l’assessore all’ambiente Daniele Donati – il funzionamento del porta a porta misura il grado di comunicazione che abbiamo con i cittadini, dove c’è più coesione funziona meglio. Il costo è maggiore della raccolta a cassonetto, ma le risorse recuperate dall’evasione e dall’elusione fiscale ci consentono di effettuare il servizio avviando un meccanismo virtuoso”.

“Per questo primo risultato dobbiamo anzitutto ringraziare i cittadini – ha aggiunto Matteo Trumpy, amministratore unico di Rea Spa – perché il merito della raccolta differenziata è tutto loro, noi come gestore raccogliamo ciò che loro ci consegnano. Siamo grati anche all’amministrazione comunale che ha creduto nel progetto, che va incontro non solo alla normativa, ma anche all’ambiente. A Rosignano abbiamo adottato il modello di Capannori, grazie alla sinergia con Ascit all’interno di Reti ambiente. Per le tre frazioni collinari anticipiamo che l’organico per le utenze domestiche sarà raccolto 3 volte a settimana, per quelle non domestiche 4 in inverno e tutti i giorni in estate. Spieghermo comunque tutte le specificità del servizio negli incontri pubblici”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità