QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 17°27° 
Domani 17°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 20 giugno 2019

Elezioni domenica 19 maggio 2019 ore 18:36

Il M5s contro l'ammodernamento di Scapigliato

Giacomo Giannarelli e Mario Settino (M5s)

Il no al progetto di Scapigliato ribadito dalla senatrice Bottici, dal deputato aRicciardi e dal consigliere regionale Giannarelli



ROSIGNANO MARITTIMO — “Per troppo tempo abbiamo lasciato che i nostri territori venissero governati in una logica affaristica. La città di Rosignano ha già pagato  troppo per le scelte politiche che sono state fatte qui”. È la senatrice Laura Bottici, Questore del Senato della Repubblica e capogruppo M5s in Commissione finanze, ad aprire la nota firmata da alcuni rappresentanti del Movimento Cinque Stelle presenti all'incontro che si è tenuto ieri a Rosignano Marittimo. 

L'incontro, che ha trattato temi ambientali quali il rigassificatore e la discarica di Scapigliato, ha visto la partecipazione del candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative del Comune, Mario Settino

"Da sempre attento alle politiche ambientali - ha detto di lui Bottici -, rappresenta finalmente la speranza per questo territorio. In qualità di parlamentari abbiamo offerto tutto il nostro sostegno ai comitati per vigilare sull'iter autorizzativo della discarica in questione”. 

Alcuni comitati e associazioni contrari all'ampliamento avrebbero partecipato all'evento, e a loro il deputato M5s Riccardo Ricciardi ha espresso vicinanza: “Vigileremo a livello comunale, regionale e nazionale nel dire no all'ampliamento della discarica. Siamo assolutamente coesi nel difendere l'ambiente e speriamo in un presidio in Comune: con la vittoria del sindaco potrebbe essere la strada più efficace per tradurre in atti questi propositi”.

Anche il consigliere regionale cinquestelle Giacomo Giannarelli ha sottolineato che “la scelta di rilasciare un'ulteriore autorizzazione per l'ampliamento della discarica sia stata scellerata e assolutamente non condivisibile". 

"Questo sito - ha aggiunto Giannarelli parlando di Scapigliato -, nato nel 1982, avrebbe dovuto essere solo gestito per la messa in sicurezza. Il territorio ha pagato un prezzo troppo caro”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Politica

Politica