Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:07 METEO:CECINA14°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 04 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, per Noemi e Neffa duetto fuori tempo

Sport sabato 30 gennaio 2021 ore 10:05

I ragazzi dell’Efesto tornano a giocare a bocce

Per 13 ragazzi con disabilità il kit fornito da Federbocce Toscana per continuare nella pratica sportiva anche durante la pandemia



ROSIGNANO MARITTIMO — È giunto anche a Rosignano il kit che Federazione Italiana Bocce Toscana ha inviato a tutte le realtà paralimpiche del territorio per proseguire la pratica anche in questo periodo in cui la regolare attività non è possibile.

Ragazze e ragazzi con disabilità intellettivo relazionale dell’Associazione Efesto, affiliata a Federbocce e Special Olympics, da anni giocano a bocce con soddisfazione e profitto, prendendo parte e diverse iniziative. Da quasi un anno però l’emergenza sanitaria impedisce loro di recarsi al bocciodromo, pertanto il Comitato Regionale della Federazione ha pensato di fornire del materiale sportivo per praticare anche in altri ambienti, per mantenersi in esercizio e divertirsi. Il professor Giovanni Ferretti, presidente dell’Asd Efesto, ha così portato fuori i suoi ragazzi in un bel pomeriggio di sole, per farli giocare presso una pista da pattinaggio.

Nel pieno rispetto delle normative antiCovid, ognuno dei 13 bocciofili paralimpici, dotato dei propri dispositivi individuali di protezione, ha potuto svolgere i giochi di bocce indicati dalla Federazione per mantenere in allenamento i gesti tecnici di base: accosto, bocciata di raffa e bocciata di volo.

“La pratica delle Bocce è da anni parte della nostra attività motoria adattata. il suo aspetto ludico e coinvolgente ha sempre appassionato i ragazzi che ne hanno tratto benefici. - ha commentato Ferretti - La giornata è stata proficua, non appena possibile la ripeteremo”.

Anche in questa giornata non è mancato il divertimento per i ragazzi tanto entusiasti di poter riprendere uno dei loro sport preferiti, quanto disciplinati nel rispettare distanziamenti e norme igienico-sanitarie (come ad esempio sanificare le bocce dopo ogni uso).

“Dopo le giornate svolte all’Associazione La Provvidenza di Piombino, in Valdinievole, in Versilia e nell’aretino, anche a Rosignano si è realizzata questa iniziativa in cui crediamo molto”, ha aggiunto il Presidente di Federbocce Toscana Giancarlo Gosti.

“Le bocce sono versatili, e con qualche piccolo adattamento si possono praticare ovunque. In questo periodo è importante dare opportunità di pratica ludico motoria alle persone con disabilità. Il nostro progetto sta raggiungendo tutta la Toscana ed è all’attenzione della Commissione Paralimpica Nazionale” ha concluso il tecnico Federbocce referente dell’iniziativa Claudio Costagli.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità