Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:53 METEO:CECINA22°28°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 28 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo2020, Biles: «Nessun infortunio, giusto dare la priorità al benessere mentale»

Cronaca domenica 21 marzo 2021 ore 15:15

Furti nella notte, arrestati tre ragazzi

Carabinieri (Foto di repertorio)

I tre giovani malviventi sono stati arrestati dopo un tentato furto in uno stabilimento balneare. Due di loro già noti alle forze dell'ordine



ROSIGNANO MARITTIMO — I Carabinieri della Stazione di Castiglioncello hanno tratto in arresto 3 ragazzi, italiani tra i 19 e i 21 anni, che hanno tentato alcuni furti nella notte e aggredito il custode di uno stabilimento balneare per guadagnarsi la fuga. 

A ricostruire la notte dei tre malviventi sono i Carabinieri della Compagnia di Cecina che hanno avuto segnalazioni di tentati furti a Livorno, in un bar della frazione di Antignano e in un ristorante della frazione di Quercianella. I loro piani sono stati interrotti a Castiglioncello, frazione del Comune di Rosignano Marittimo, quando i militari, durante una perlustrazione in piazza della Vittoria hanno notato una Fiat 600 dirigersi in direzione sud e dopo averla inseguita hanno identificato il conducente. I militari, insospettiti, hanno quindi proceduto alla perquisizione veicolare rivenendo all’interno 13 stecche e 35 pacchetti di sigarette di varie marche, oltre a 5 cacciaviti di diverse dimensioni e 5 bulloni ferma ruote in acciaio utilizzati per spaccare i vetri. Poco prima che venissero fermati, era giunta alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Cecina una segnalazione di un altro tentato furto presso uno stabilimento balneare a Vada, altra frazione di Rosignano Marittimo, dove hanno aggredito il custode per guadagnarsi la fuga.

Il coordinamento dei militari della Compagnia di Cecina, supportati dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Livorno, con i poliziotti della Questura di Livorno, intervenuti nei sopralluoghi per i tentati furti ad Antignano e Quercianella, hanno consentito di trarre in arresto i 3 soggetti, per ricettazione in concorso, tentato furto aggravato, tentata rapina impropria aggravata e possesso ingiustificato di oggetti atti allo scasso. Uno di loro, il conducente della Fiat 600 che tra l’altro guidava senza patente un'auto sprovvista di assicurazione, era già sottoposto agli arresti domiciliari ed, in quanto evaso, è stato portato presso il carcere Le Sughere su disposizione della Procura presso il Tribunale di Livorno. Gli altri due, invece, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari sempre su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Confesercenti: "Troppe responsabilità sulle imprese, impossibile intervento su lavoratori se la legge non lo prevede"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità