QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 14°16° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 26 settembre 2018

Cronaca venerdì 22 giugno 2018 ore 16:09

Furti a raffica, giovane finisce in carcere

Riconosciuto colpevole di numerosi furti, aveva l'obbligo di presentazione in caserma. Non l'ha fatto ed è stato arrestato



ROSIGNANO MARITTIMO — I Carabinieri di Rosignano Solvay hanno dato esecuzione alla “ordinanza di sostituzione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria con quella della custodia in carcere”, a carico di un giovane di 26 anni, pregiudicato.

Il provvedimento è stato adottato perchè il giovane non si era presentato in caserma per ben quattro volte.

Il ragazzo, con sentenza del 2018, è stato condannato alla pena di un anno e sei mesi di reclusione in seguito all’arresto operato dai Carabinieri di Rosignano Solvay, in flagranza del reato di concorso in furto aggravato, commesso nella notte del 3 giugno, all’interno di un bar in via Dell’Artigianato, dove si era introdotto mediante sfondamento del vetro della porta di ingresso: nell’occasione era stata asportata dal registratore di cassa la somma in denaro di trenta euro.

Lo stesso soggetto, a conclusione di attività investigativa condotta dal personale del nucleo operativo e radiomobile Carabinieri di Cecina, è stato inoltre deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Livorno perché ritenuto responsabile di un tentato furto aggravato all’interno della “Trattoria-Pizzeria Il Cedrino”, dove aveva tentato di penetrare, con lo stesso modus operandi e cioè mediante lo sfondamento del vetro della porta di ingresso con un grosso martello ed un cacciavite, rinvenuti e posti sotto sequestro.

Nel pomeriggio dello stesso giorno il giovane, con la scusa di essere bisognoso di assistenza e cure, si faceva aprire dal proprietario la porta di ingresso di un’abitazione del centro di Rosignano Solvay, con lo scopo di commettere un furto: tentativo non portato a termine grazie al tempestivo intervento dei militari.

Nella mattinata odierna lo stesso giovane, in concorso con la fidanzata, è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Livorno perché resosi responsabile anche del furto di un’autovettura di proprietà dell’AUSER di Cecina, commesso nella serata di ieri. La donna è stata tratta in arresto perché sorpresa nella mattinata odierna alla guida del veicolo rubato. 

E' stata portata pressa la sua abitazione in regime di “arresti domiciliari” 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Cronaca

Attualità