Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:20 METEO:CECINA22°26°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 03 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vanessa Ferrari: «Puntavo all'oro, ma è arrivato un bellissimo argento. Più di così non potevo fare»

Attualità martedì 22 giugno 2021 ore 15:47

Una nuova fontanella dell'acqua nell'area verde

Oltre a quelle già attive a Vada, Castelnuovo della Misericordia, Gabbro, Rosignano Marittimo e Rosignano Solvay, ecco la nuova attivazione



ROSIGNANO MARITTIMO — Grazie alla collaborazione tra Comune di Rosignano e Asa, è stata attivata la fontana per l’erogazione di acqua potabile ad Alta Qualità a Nibbiaia. La fontanella si trova all’interno dell’area verde di via Buontalenti ed è la settima sul territorio comunale, che si va ad aggiungere a quelle già attive a Vada, Castelnuovo della Misericordia, Gabbro, Rosignano Marittimo e le due di Rosignano Solvay. 

Le fontanelle di Alta qualità hanno come scopo quello di incentivare l’utilizzo dell’acqua potabile dell’acquedotto da parte dei cittadini, riducendo il consumo degli imballaggi, in primis delle bottiglie di plastica, attraverso il riutilizzo di contenitori riciclabili.

Le fontanelle sono telecontrollate 24 ore su 24 da Asa con apparecchiature ad alta tecnologia che, in caso di malfunzionamento, mettono immediatamente fuori servizio le macchine. Inoltre, una volta al mese, vengono eseguite delle specifiche analisi per accertare che l’acqua erogata rispetti i parametri di qualità. 

“Le fontanelle ad Alta Qualità – ha spiegato il sindaco Daniele Donati – sono molto apprezzate dai cittadini e molte famiglie le usano abitualmente. Per questo motivo, l’impegno dell’Amministrazione è quello di installare il prossimo punto di erogazione presso la frazione di Castiglioncello”.

Stando ai numeri forniti da Asa, si calcola che ogni fontanella AQ possa erogare 500mila litri d’acqua all’anno, per un risparmio di circa 333.333 bottiglie da 1,5 litri, il cui costo, considerando 0,28 euro a bottiglia, sarebbe circa 93mila euro. Un netto risparmio economico che, anche dal punto di vista dell’economia familiare, rappresenta un motivo in più per utilizzare l’acqua pubblica erogata dalle fontanelle.

Per ridurre il rischio di contagio da Covid-19, come per le altre fontanelle del territorio, è stato installato un pedale a pressione per l’erogazione dell’acqua. In questo modo, senza toccare niente con le mani, sarà possibile riempire i recipienti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
55 i nuovi contagi accertati nel capoluogo. E' quanto emerge dai dati sanitari aggiornati alle ultime ventiquattro ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cultura

Attualità