Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:13 METEO:CECINA21°26°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
venerdì 25 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Miami, il video del crollo del palazzo di dodici piani

Cronaca mercoledì 20 settembre 2017 ore 13:12

Alluvione, il bilancio dei danni e gli interventi

Il Comune di Rosignano ha tracciato un bilancio di massima di quanto avvenuto nella notte del 10 settembre. Proseguono gli interventi sul territorio



ROSIGNANO MARITTIMO — Il Comune di Rosignano sta lavorando per il ripristino del verde dopo l’abbattimento dei pini a seguito dell’alluvione, mentre il Polo di Scapigliato sta accogliendo i rifiuti indifferenziati provenienti da Livorno a causa dell’alluvione. Questi in sintesi i due aggiornamenti alla V Commissione – ambiente effettuati dagli assessori alle manutenzioni e decoro urbano Piero Nocchi e all’ambiente e protezione civile Daniele Donati.

Il vicesindaco Donati ha ripercorso le operazioni svolte dal Comune, che si è allertato con grande tempestività. “La risposta è stata pronta – ha spiegato – i tecnici hanno agito quasi in tempo reale fino dall’accadere degli eventi nella notte e intorno alle 6,30 era già aperto il Centro Operativo Comunale”. Infatti il Centro Funzionale della Regione Toscana aveva diramato il bollettino di allerta meteo la sera del 9 settembre, e a seguito delle forti precipitazioni nella notte del 10 settembre, il Comune di Rosignano ha provveduto all’apertura del COC, che opera a supporto del sindaco - che in caso di calamità è autorità di protezione civile - per la direzione ed il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione.

Le calamità principali che si sono abbattute sul territorio comunale sono state: esondazione del Torrente Chioma e allagamento di alcune viabilità comunali e tromba d’aria che ha colpito la frazione di Rosignano Solvay nella zona tra le vie Veneto, Carducci, Garibaldi, Agostini e via Aurelia fino ad esaurirsi in via Di Giacomo.

I danni per la tromba d’aria hanno interessato 100 appartamenti, prevalentemente in via Veneto e via Forlì, 14 dei quali dichiarati inagibili con ordinanza sindacale. Anche il tetto del centro per anziani in via Carducci è stato scoperchiato e i tre ospiti sono stati spostati in altre residenze assistite. I Vigili del Fuoco hanno provveduto alla messa in sicurezza dei fabbricati. Il fortunale ha causato il danneggiamento di 47 alberature, inoltre sono stati abbattuti 6 pini caduti sulla ferrovia Pisa-Roma causandone l’interruzione, e sono stati tagliati altri 37 che costeggiano la ferrovia e avevano perduto la stabilità, mettendo a rischio la sicurezza.

Le precipitazioni intense hanno causato l’esondazione del Torrente Chioma oltre a piccoli smottamenti e allagamenti sulle strade comunali e vicinali. Lo straripamento del Chioma ha provocato il crollo del ponte di collegamento con la viabilità e isolato il Residence Lido del Chioma. Le 50 persone presenti sono state evacuate.

Proseguono invece gli interventi portati avanti dal Comune e dalle imprese private per mettere in sicurezza gli appartamenti danneggiati dalla tromba d’aria e per sistemare alcuni argini stradali dove si sono depositati detriti. Per togliere dall’isolamento il residence Lido del Chioma il Comune di Livorno ha recuperato le automobili rimaste nel parcheggio per mezzo di una autogru e si occupa del ripristino del percorso demaniale per raggiungere la banchina del porticciolo lato Livorno. Il Comune di Rosignano sta lavorando a ripristinare il collegamento interrotto dalla caduta del ponte, per garantire l’accesso pedonale al residence. 

“Su richiesta della Regione abbiamo attivato l’impianto di Scapigliato tramite un protocollo per smaltire i rifiuti provenienti da Livorno – ha spiegato Donati - si parla di molte migliaia di tonnellate, detriti portati da corsi d’acqua o mobili e suppellettili trascinati via dalle abitazioni.

Infine Nocchi ha spiegato che il Comune sta lavorando per ripristinare il verde a seguito del danneggiamento delle alberature e dell’abbattimento dei pini lungo la ferrovia, che “è stato necessario per ragioni di sicurezza"

Per far fronte ai danni il Comune ha provveduto con interventi in economia e con il ricorso a ditte esterne con procedura di somma urgenza. In totale l’importo delle spese fin qui assunte è di circa 471mila euro, di cui 300mila a carico di Rete Ferroviaria Italiana e 171mila euro a carico del Comune.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il report della Regione segnala 4 tamponi positivi in più in provincia di Livorno. Fermi i decessi collegabili al Covid
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità