Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:20 METEO:CECINA22°26°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 03 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vanessa Ferrari: «Puntavo all'oro, ma è arrivato un bellissimo argento. Più di così non potevo fare»

Attualità lunedì 27 marzo 2017 ore 10:30

Un'agenzia per l'emergenza abitativa

Foto d'archivio

Il servizio di assistenza, mediazione sociale e culturale per chi cerca un alloggio sarà gestito da un'impresa di Pontedera



ROSIGNANO M.MO — Sarà l’Agenzia Casa insieme di Pontedera a gestire il servizio di emergenza alloggiativa nel comune di Rosignano Marittimo. L’Amministrazione ha approvato la convenzione e il protocollo d’intesa per regolare i rapporti con l’associazione di promozione sociale Casa insieme che si è aggiudicata la gestione del servizio, in via sperimentale, fino a dicembre 2017 a seguito di una manifestazione di interesse dell’ente cui ha partecipato un soggetto unico.

Finora il Comune si è avvalso del proprio personale e della partecipata Crom per affrontare l’emergenza degli alloggi, che è un fenomeno crescente negli ultimi anni. Poiché è entrata in vigore la legge regionale sull’emergenza abitativa la nuova procedura prevede un accreditamento dei soggetti deputati alla gestione del problema, che comporta per gli enti locali la sottoscrizione di un protocollo e l’adozione di un regolamento di accesso ai servizi.

Il Comune di Rosignano Marittimo ha perciò approvato i documenti richiesti dalla normativa per l’attivazione del servizio in gestione. L’Agenzia, raccordandosi con l’Ufficio Servizi Sociali del Comune, si occuperà di inserimento abitativo di individui e nuclei familiari svantaggiati che non possono accedere agli affitti di alloggi ai prezzi di mercato, e di fornire sostegno e mediazione sociale per il mantenimento di alloggi resi disponibili o assegnati.

In dettaglio, tra le attività che svolgerà l’agenzia, c’è il reperimento di alloggi sul mercato libero svolgendo attività di mediazione e di garanzia ai proprietari, la disposizione di alloggi, non afferenti al patrimonio di edilizia residenziale pubblica, per forme di accoglienza emergenziali, secondo un numero minimo e per un bacino territoriale di riferimento definiti dalla Giunta; la messa a disposizione di alloggi per nuclei familiari e soggetti che non riescono autonomamente a soddisfare il bisogno di una casa adeguata alle proprie necessità, il recupero degli alloggi in proprietà ai fini della loro piena funzionalità, e degli alloggi in disponibilità a qualunque titolo, stipulando
convenzioni con i proprietari.

Inoltre svolgerà sostegno e mediazione sociale, culturale e linguistica, per il reperimento degli alloggi e per la loro gestione, informazione e orientamento all'utenza attraverso uno sportello istituto sul territorio, fornirà garanzia nei confronti dei proprietari degli alloggi intermediati per gli eventuali stati di insolvenza dettati da difficoltà economiche accertate, nonché per gli eventuali danni ai fabbricati, gestirà il sostegno economico temporaneo ai nuclei familiari o ai singoli per l'accesso alla casa o per il suo mantenimento; fornirà consulenza ai proprietari e/o inquilini in riferimento ai nuovi patti territoriali parteciperà a progetti di housing sociale condivisi con l'ente.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
55 i nuovi contagi accertati nel capoluogo. E' quanto emerge dai dati sanitari aggiornati alle ultime ventiquattro ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cultura

Attualità