Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:05 METEO:CECINA17°25°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
domenica 22 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Anniversario Falcone, la sorella Maria: «Non dimenticherò mai la maglia verde di Borsellino alla quale mi abbracciai»

Attualità mercoledì 19 ottobre 2016 ore 17:27

Rilancio industriale, il giorno della firma

Rosignano (foto di Piero Frassi)

Al ministero dello sviluppo economico la ratifica dell'accordo da venti milioni di euro per riconvertire le zone di Rosignano, Collesalvetti e Livorno



ROMA — Domani alle 15 a Roma, al Ministero dello sviluppo economico è in programma la firma dell'Accordo di programma per l'adozione del Progetto di riconversione e riqualificazione industriale per l'area di crisi industriale complessa del polo produttivo ricompreso nel territorio dei comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo.

A firmare saranno il presidente Enrico Rossi per la Regione Toscana, la presidenza del Consiglio dei ministri, il Ministero dello sviluppo economico, quello del lavoro e delle politiche sociali, quello delle Infrastrutture e trasporti, Rete ferroviaria italiana, Provincia e Comune di Livorno, Comuni di Rosignano Marittimo e Collesalvetti insieme all'Autorità portuale di Livorno.

Un accordo di vitale importanza infatti il Piano di riconversione e riqualificazione industriale (Prri)  favorirà l’attrazione di investimenti nelle aree industriali e la razionalizzazione dei sistemi energetici nel Parco Industriale Solvay.

Il Prri prevede tre linee di intervento sull’intera area dell’Accordo, il territorio di Rosignano è interessato dall’Azione III Offerta Localizzativa che riguarda il parco produttivo di Rosignano Marittimo. 

Gli interventi si declinano principalmente in due attività: l’attrazione di nuovi investimenti e la razionalizzazione dei sistemi energetici.

Per l’attrazione di investimenti è stato stanziato un pacchetto agevolativo di 20 milioni (10 dalla Regione 10 dal Ministero dello sviluppo economico) e sono state individuate dal Comune con Invitalia le aree industriali disponibili da destinare a tale attività. In particolare le aree individuate sono: 370mila metri quadri all’interno del Parco industriale Solvay, di proprietà della Solvay Chimica Italia Spa, e 17200 metri quadri nell’area artigianale de Le Morelline di cui 13mila metri quadri con destinazione artigianale e 4200 a destinazione commerciale. 

A maggio 2016 la manifestazione di interesse emanata da Invitalia con l’obiettivo di valutare le potenziali nuove iniziative imprenditoriali ha ricevuto 27 schede di candidatura con proposte di investimento in diversi settori produttivi (tra i principali: agricoltura, chimica, trattamento e smaltimenti rifiuti, alberghi) e in ricerca e sviluppo con richieste di finanziamenti per oltre 120 milioni di euro e con un incremento previsto di 264 addetti

Il finanziamento della Regione sarà erogato tramite i bandi Protocolli di insediamento. Per la razionalizzazione dei sistemi energetici il Comune ha dato priorità al contenimento del costo energetico del Parco Industriale Solvay. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi casi positivi al Covid-19 accertati in Toscana nelle ultime 24 ore sono 1.476 su 12.562 tamponi effettuati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità