Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:29 METEO:CECINA18°27°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 25 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Strage in una scuola in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr: «Sono stufo, quando faremo qualcosa?»

Attualità lunedì 16 maggio 2016 ore 12:00

Si dimettono i sindaci della fusione mancata

I due sindaci si dimetteranno

Il primo cittadino di Riparbella e quello di Castellina Marittima hanno annunciato il passo indietro dopo la bocciatura del referendum



RIPARBELLA — L'avevano promesso e ora seguono i fatti: dopo la bocciatura della fusione come esito del referendum consultivo per accorpare Riparbella a Castellina, i sindaci dei due Comuni hanno scelto di fare un passo indietro.

La decisione definitiva è arrivata a una settimana dal voto: Federico Lucchesi, sindaco di Castellina, e Renzo Fantini, sindaco di Riparbella, rassegneranno le dimissioni.

Una scelta resa nota per mezzo di un comunicato nel quale si legge: "Con la proposta di fusione eravamo convinti di aver fornito ai cittadini un'importante opportunità di valorizzazione e sviluppo del territorio. La possibilità di governare i due Comuni tramite un’unica Amministrazione, con prospettive di lungimiranza, risparmio, efficienza, in alternativa a prospettive insostenibili di sopravvivenza con tasse più alte e meno servizi. Non solo, avremmo anche avuto incentivi da investire".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco le novità segnalate dall'Azienda Usl Toscana nord ovest a partire dal mese di Giugno nell'ambito livornese e delle Valli Etrusche
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Lavoro