Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:13 METEO:CECINA21°26°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
venerdì 25 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Miami, il video del crollo del palazzo di dodici piani

Attualità mercoledì 25 aprile 2018 ore 16:30

Fosso dei Trogoli a prova di rischio idraulico

Sono in fase di ultimazione i lavori lungo il Fosso dei Trogoli, ma contro le alluvioni il Comune lancia un appello ai gestori dei campeggi



BIBBONA — L’intervento, in questi giorni nella fase conclusiva, è mirato ad eliminare, in caso di piogge importanti, il fattore ‘rigurgito’ che si verifica sulle immissioni della fognatura bianca presente proprio in corrispondenza del fosso dei Trogoli nell'area a sud di Marina di Bibbona.

Nello specifico. le operazioni prevedono l’inserimento di valvole a clapetlungo gli scarichi delle acque meteoriche di via dei Platani a sud dell’incrocio con via dei Sorbizzi, il ripristino dello scarico della fognatura del piazzale del Gineprino e la realizzazione di due vasche di contenimento aventi una capienza complessiva di 60 metricubi, poste in corrispondenza dell’incrocio tra via dei Platani e via dei Sorbizzi.

Tali vasche avranno la duplice funzione di contenere il volume d’acqua e consentire lo svuotamento dello stesso tramite adeguata pompa di drenaggio nonché rappresentare un punto preferenziale per il posizionamento di idrovore di emergenza da parte della protezione civile per facilitare le operazioni di allontanamento delle acque in caso di allagamento.

"Anche se le vasche non garantiscono lo stoccaggio dell’intero volume di impedito deflusso - hanno spiegato dal Comune -, la capienza risulta comunque estremamente significativa per contrastare i fenomeni in oggetto. Tale opera rientra nella più ampia pianificazione che l’Amministrazione si è prefissata, allo scopo di arginare il fenomeno delle alluvioni e che prevede, tra le altre cose, interventi già realizzati come la pulizia delle griglie stradali, delle condutture interrate tramite operazioni di video ispezioni".

“Siamo consapevoli - ha commentato il sindaco, Massimo Fedeli - che ancora molto bisogna fare per fronteggiare questo fenomeno che, a seguito dei ripetuti e purtroppo frequenti processi alluvionali, rappresenta sempre di più  un diffuso pericolo per la pubblica incolumità e per le infrastrutture pubbliche e private del nostro territorio”.

E’ per questo motivo che continueranno le attività di monitoraggio e pulizia delle fognature bianche, con l’individuazione di ulteriori aree di accumulo per le prime piogge, e che sarà profuso un impegno sempre maggiore al fine di portare a compimento le opere più importanti previste sul territorio, come la realizzazione di un fosso di guardia a “monte” dei campeggi di Marina di Bibbona.

“Preme rilevare - ha sottolineato l’assessore ai lavori pubblici, Enzo Mulè - che questa è una ‘battaglia’ che deve essere combattuta da tutti i soggetti coinvolti compresi gli operatori turistici in particolare i campeggi, che sono invitati ad adottare accorgimenti all’interno delle loro strutture atti a mitigare il fenomeno delle acque di ristagno. L’invito è anche rivolto ai proprietari dei terreni agricoli, che devono garantire tramite adeguata pulizia delle fossette campestri e stradali di loro competenza il regolare deflusso delle acque provenienti appunto dal reticolo idraulico minore”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il report della Regione segnala 4 tamponi positivi in più in provincia di Livorno. Fermi i decessi collegabili al Covid
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità