Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:CECINA13°17°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 11 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Mediterraneo centrale: perché per i migranti è la rotta più pericolosa al mondo

Politica sabato 07 febbraio 2015 ore 10:20

I Cinque Stelle si difendono e ribattono

"Sospendere lo svolgimento del Consiglio comunale per vedere in diretta il discorso del Presidente della Repubblica è apparso alquanto inappropriato"



ROSIGNANO MARITTIMO — Gli attivisti ed i consiglieri del Movimento 5 Stelle di Rosignano Mario Settino, Elisa Becherini e Francesco Serretti, respingono  le "accuse di strumentalizzazione" lanciate a mezzo stampa dal capogruppo Pd Luca Agostini.
La questione è quella della sospensione della seduta dell'ultimo consiglio comunale per assistere al giuramento del Capo dello Stato.

"La nostra cittadina portavoce Elisa Becherini - scrivono i 5 Stelle in una nota stampa - conferma che sospendere lo svolgimento del Consiglio comunale per vedere in diretta il discorso del Presidente della Repubblica è apparso alquanto inappropriato e domanda al Pd quale lavoratore pubblico o privato nello svolgimento delle proprie mansioni possa fare altrettanto senza essere redarguito dal proprio datore di lavoro". "Tutti noi in Consiglio comunale siamo dipendenti dei cittadini e come tali siamo chiamati ad occuparci solo dei loro problemi, con tutto il rispetto per il Presidente Mattarella, il suo solenne giuramento poteva essere guardato comodamente a casa su YouTube o sui vari TG al termine del consiglio - prosegue Becherini nella nota - la visione in streaming delle sedute consiliare è stata fatta per consentire ai cittadini di assistere alle discussioni e agli interventi del consiglio e non per vedere ciò che gli italiani possono guardare sulla propria Tv comodamente seduti in poltrona".

Il Capogruppo Mario Settino aggiunge poi che "Francesco Serretti è sempre uno dei primi ad arrivare e uno degli ultimi a lasciare l’aula, non avendo mai fatto una sola assenza in consiglio e che come tutti i consiglieri del M5S Rosignano ha rinunciato alla riscossione del gettone presenza". "La stessa cosa non si può dire di altri consiglieri - proseguono i % stelle nella nota - che non arrivano mai in orario, con ritardi anche di un’ora rispetto all'orario di convocazione". "La collaborazione di cui si vanta Agostini perde ogni credibilità di fronte alla votazione (nell'ultima seduta del consiglio comunale del 3 febbraio ndr) durante la quale il Pd ha bocciato la proposta di ricalcolo e rateizzazione della Tari presentata dalle opposizioni". "Bocciatura - prosegue Settino - motivata da una simulazione fatta in privato fra l’assessore Donati e il Pd i cui contenuti rimangono sconosciuti e che impedirà di fatto l’ottenimento di un parere tecnico che ne valuti la fattibilità".

Il portavoce Francesco Serretti ringrazia "il Pd per tutto l’interessamento che pone nei riguardi della sua attività consiliare, evidentemente non avendo altri argomenti più seri da trattare". "Sarebbe stato più opportuno che il Pd occupasse una pagina di giornale per parlare dei problemi affrontati in consiglio comunale, anziché dei miei 25 minuti di assenza alla fine della seduta - scrive Serretti - se il livello della discussione politica è questo è bene ricordare che nessuno dei nostri Consiglieri si è mai permesso di interrompere gli interventi degli altri, né di sbattere le porte o alzare la voce". "Non si può dire altrettanto del capogruppo Pd Agostini, che al contrario interrompe senza chiedere la parola, cedendo spesso ad eccessi d’ira che mal si addicono alla carica istituzionale che ricopre - prosegue - Tutti i cittadini che assistono alle sedute ne sono testimoni".
"Invito il Pd a spendere due righe sulla situazione drammatica in cui versa la cooperativa Nuova Futuro, le cui difficoltà economiche potrebbero mettere a serio rischio la situazione occupazionale e sociale del nostro comune oppure cominciare a fare chiarezza sulle relazioni tra Rea e il suo socio Enerambiente con 55 milioni di debito, una condanna di quasi 3 milioni di euro per insolvenza verso i creditori e un rinvio a giudizio per corruzione, evasione, minacce e dissipazione dei beni aziendali - conclude la nota Serretti - ci sembra che attaccare il Movimento 5 Stelle Rosignano su questioni così inconsistenti, sia solo un pretesto per distogliere l’attenzione dalle problematiche reali del nostro Comune".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità