Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:40 METEO:CECINA13°15°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 06 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin al volante di una Mercedes sul ponte di Crimea

Attualità venerdì 05 maggio 2017 ore 15:26

Libera ricorda Peppino Impastato

La mafia uccide, il silenzio pure! Martedì 9 maggio, a Cecina, Libera ricorda Peppino Impastato. Alle ore 18,30 presso il Bocciodromo



CECINA — "La mafia uccide, il silenzio pure!", questa la frase di Peppino Impastato che dà il titolo alla lettura scenica con cui Libera lo ricorderà nell'anniversario del suo assassinio, il 9 maggio di 39 anni fa a Cinisi. 

Martedì prossimo, 9 maggio, a Cecina, alle ore 18,30 presso il Bocciodromo, il Presidio "Rossella Casini" di Castagneto C./San Vincenzo proporrà il ricordo di Impastato con una lettura teatrale, dove verrà ripercorsa la sua vita e saranno sceneggiati alcuni momenti delle sue trasmissioni con cui da Radio Aut sbeffeggiava i mafiosi locali.
Al termine è previsto un intervento di don Andrea Bigalli, referente regionale di Libera Toscana.
Nell'occasione sarà possibile iscriversi a "Libera, nomi e mumeri contro le mafie".
Alle 20 l'inziativa si concluderà con un'apericena.
L'incontro è promosso da Libera con la collaborazione delle associazioni cecinesi Mestizaje, Arci, Legambiente, EncuentrArte e del Centro di Solidarietà "Monica C." di Donoratico.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I controlli dei carabinieri hanno fatto emergere delle irregolarità che potevano mettere a rischio l'incolumità dei lavoratori
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità