Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:CECINA10°13°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 02 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, Merkel: «Se fossimo nella situazione dell'Italia, mi sentirei meglio»

Attualità sabato 23 luglio 2016 ore 13:25

"Il sistema sanitario è al collasso"

Secondo Cgil occorre nuove personale

Secondo Cgil la carenza di organico rischia di compromettere in maniera seria i servizi sanitari della provincia di Livorno. "Servono assunzioni"



CECINA — "Siamo al collasso, i servizi della Usl AreaVasta Nord Ovest non possono reggere più a lungo". E' drammatico l'allarme lanciato da Cgil a proposito dei servizi sanitari della provincia di Livorno. Una situazione, comunica il sindacato in una nota stampa, non più sostenibile.

La situazione è compromessa, dicono da Cgil, dal "Continuo definanziamento del sistema" che costringe i servizi "A operare sotto organico".

"Il sistema si sta reggendo sulle spalle del personale socio sanitario e tecnico con riposi non fatti, accumulo di migliaia di giornate di ferie non godute, in violazione delle norme che impongono un intervallo minimo fra un turno e l'altro di 11 ore - prosegue Cgil. - Nelle ex aziende che compongono l'usl Nord Ovest delle province di Massa Carrara, Lucca, Pisa e Livorno nei periodi estivi vi è un aumento medio di accessi del 40 per cento dovuto ai flussi turistici con un doppio effetto: si ingolfano sia i pronto soccorso che le medicine, mentre si accorpano specialistiche per recuperare forza lavoro".

"Il risultato è un caos organizzativo, un pessimo servizio e uno sfruttamento del lavoro non più sostenibile, se fino ad oggi si è “tenuto” grazie alla volontà dei lavoratori ora non siamo più in grado di garantire questi livelli d’assistenza se non diamo corso a nuove assunzioni".

"Il piano che ha presentato l'Azienda non solo è insufficiente, perché non potenzia i servizi, ma riassorbe solo parzialmente il turn-over che in Sanità non è strozzato dal blocco del pubblico impiego, ma questa opportunità è paradossalmente inesigibile!" tuona ancora il sindacato.

"Perché?" si domanda Cgil. Un interrogativo retorico cui segue l'immediata risposta: "Perché hanno fatto scadere tutte le graduatorie - afferma Cgil - senza che Estar (l'ente regionale preposto a farle) abbia saputo programmare e fare in tempi utili i nuovi concorsi, risultato è che si potrebbe assumere alcune centinaia di professionisti ma non si sa da dove".

"Nel contempo si usano forme contrattuali anomale attingendo dalle agenzie interinali e utilizzando il lavoro parasubordinato. Il definanziamento, il vuoto contrattuale causato dal blocco di sette anni dei contratti nazionali, il caos organizzativo accentuato dalla attuazione della LR 84/2015, sta cambiando la natura di servizio pubblico gratuito e universale che è stato costruito in anni di buona pratica; occorre tornare ad investire nel lavoro, nella risorsa umana potenziando i servizi dei Presidi Ospedalieri, ma soprattutto dei territori, per ridare dignità al lavoro e sicurezza di buona qualità al bisogno di salute dei cittadini"

"E’ Necessario definire modelli organizzativi e dotazioni organiche rispondenti alla salute dei cittadini e dei lavoratori. Non è accettabile che vengano variati costantemente i rapporti tra il personale sanitario e i pazienti. Sono necessarie nuove assunzioni di personale nei seguenti ospedali:

- Ospedale Livorno, subito 10 infermieri e 10 OSS;
- Ospedale di Cecina, subito 5 infermieri e 5 OSS;
- Ospedale di Piombino, subito 5 infermieri e 5 OSS;
- Ospedale di Portoferraio, subito 5 infermieri e 5 OSS;

Oltre al programmato Turn over, alla sostituzione delle malattie lunghe, delle aspettative e delle maternità. E devono essere ampliati con urgenza gli organici delle Ostetriche, dei Fisio Terapisti, delle Assistenti Sociali e dei profili Tecnici. Su questo la CGIL FP si spenderà nei prossimi mesi con tutti i mezzi e forme a sua disposizione" conclude Cgil.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In provincia di Livorno 49 nuovi contagi mentre in Toscana, complessivamente, sono stati accertati 559 nuovi casi di positività al Covid-19
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità