Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:27 METEO:CECINA15°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 14 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Johnson&Johnson, l'immunologa Viola: «Nessun trambusto. Nessun caso sugli over 60»

Lavoro mercoledì 13 novembre 2019 ore 17:02

Attività commerciali, 64 nuove e 52 chiuse

Aperte da gennaio 15 nuove attività del commercio elettronico. I numeri di Cecina evidenziano chiusure ma anche aperture



CECINA — 64 nuove aperture a Cecina dal primo gennaio al 31 ottobre, 52 invece le attività che hanno abbassato le saracinesche. Questi i dati parziali (dal momento che non riguardano tutte le attività commerciali del Comune di Cecina ma solo il commercio al dettaglio, somministrazione di alimenti e bevande, acconciatori, estetisti e tatuatori) elaborati dagli uffici. 

Quello che salta immediatamente all’occhio è il numero delle attività del commercio elettronico: ben 15 aperture in 10 mesi mentre soltanto 3 sono state le cessazioni.“E’ un dato molto significativo – spiega il vicesindaco e assessore all’Economia del territorio Antonio Giuseppe Costantino -. Si tratta di un fenomeno in continua e rapida espansione, non soltanto a Cecina ma a livello nazionale. Le persone infatti si affidano sempre più spesso ad internet per fare gli acquisti, di conseguenza in tanti scelgono di vendere online i propri prodotti. 

Coloro che dichiarano ai nostri uffici l’inizio della propria attività di commercio elettronico possono avere o meno anche un fondo commerciale. Alcuni infatti portano avanti entrambe le vendite, sia dal proprio negozio che online mentre altri si dedicano esclusivamente all’e-commerce. 

Dalla vendita di prodotti alimentari a piante, fiori e articoli di giardinaggio, sono comunque in continua crescita praticamente tutti i settori”.

In totale, tra commercio al dettaglio, attività di somministrazione alimenti e bevande, acconciatori, estetisti e tatuatori le nuove attività dal primo gennaio al 31 ottobre sono 64: 15, dicevamo, le attività al commercio mentre le restanti sono 31 al dettaglio, 8 somministrazione alimenti e bevande e 10 le altre. 52, invece, le cessazioni: 35 al dettaglio, 3 al commercio elettronico, 9 di somministrazione alimenti e bevande e 5 tra acconciatori, estetisti e tatuatori.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una segnalazione ha fatto intervenire la Polizia Municipale che ha sorpreso l'uomo con le buste della spesa. E' scattata la denuncia
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità