Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:CECINA16°21°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, Giornata Mondiale delle Api: da piazza del Popolo a Villa Pamphilj arrivano gli «spacciatori» di semi di fiori

Attualità venerdì 16 giugno 2023 ore 13:28

G20Spiagge, status necessario per gestire presenze

La stagione inizia con un incremento di presenze turistiche che potrebbe portare il settore balneare ad uno degli anni record di sempre



BIBBONA — I sindaci del G20 Spiagge fanno il punto in vista della stagione estiva e si preparano ad accogliere il 17% delle presenze turistiche complessive in Italia.

Al G20 Spiagge, ricordiamo fanno capo i Comuni di Alghero, Arzachena, Bellaria Igea Marina, Bibbona, Caorle, Castiglione della Pescaia, Cattolica, Cavallino Treporti, Cervia, Chioggia, Comacchio, Forio, Grado, Grosseto, Ischia, Jesolo, Lignano Sabbiadoro, Orbetello, Riccione, Rosolina, San Michele al Tagliamento, San Vincenzo, Sorrento, Taormina, Viareggio, Vieste.

Una stagione avviata con un incremento di presenze turistiche che potrebbe portare il settore balneare ad uno degli anni record di sempre: più che un augurio è una consapevolezza che i sindaci del G20 Spiagge, il network che raccoglie le maggiori località delle spiagge italiane, sanno di dover gestire con un impianto legislativo da migliorare. La nuova legge sullo status di Città delle spiagge sta iniziando il percorso parlamentare.

In un recente focus a Milano che si è svolto presso il Corriere della Sera è stato evidenziato come sia indispensabile dare al settore strumenti normativi adeguati al suo mantenimento in salute anche perché, ampiamente dimostrato, è un indispensabile motore per altri settori economici del Paese.

“Con i nostri 3200 abitanti siamo il Comune più piccolo, l’unico al di sotto dei 5mila abitanti, accanto a località balneari che accolgono oltre 6 milioni di turisti l’anno. Coniugare tutela dei residenti e dell’ambiente con l’impatto di grandi numeri come quelli della nostra stagione turistica, 1,3 milioni di presenze certificate nell’ultimo anno, su neanche 5 km di litorale è una sfida impegnativa. – ha sottolineato il sindaco di Bibbona Massimo Fedeli - Una sfida nella quale riusciamo, con soli 34 dipendenti comunali, grazie anche al lavoro all’Azienda Speciale Bibbona che ci aiuta svolgendo molte funzioni in campo turistico, dalla gestione del campeggio comunale alla pulizia del litorale costiero”.
Anche il Direttore del Master in economia del Turismo dell’Università Bocconi, Cristina Mottironi, ha espresso la propria totale adesione alla definizione di uno Status che renderà il settore balneare molto più competitivo in Europa, più attrezzato alla salvaguardia ambientale e dedicato al miglioramento socioeconomico delle comunità dei residenti. “Non solo - conclude il sindaco Fedeli - durante l’incontro il direttore ha fatto presente come il nostro Comune, visti i numeri, sia studiato come caso specifico in Italia. Un aspetto questo che inorgoglisce tutta la nostra Amministrazione Comunale”.

Nelle prossime settimane sono previsti incontri con tutte le forze politiche e con il Ministero del Turismo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha diramato un bollettino con codice giallo per le produzioni 24 ore. Ecco le informazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità