QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 13° 
Domani 10°12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
lunedì 18 novembre 2019

Attualità giovedì 20 agosto 2015 ore 19:55

Arrivano gli agenti e i venditori li aggrediscono

Per fortuna non ha avuto gravi conseguenze l'episodio alla Mazzanta durante un controllo interforze contro l'abusivismo



ROSIGNANO MARITTIMO — Ieri sera, 19 agosto, in via Val d’Aosta a La Mazzanta, nonostante un tentativo di aggressione da parte degli abusivi, agenti della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale di Rosignano sono riusciti a sequestrare oltre 8mila euro di merci contraffatte durante una operazione di contrasto all’abusivismo. 

Un intervento che soltanto grazie alla professionalità degli agenti della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale, nonché delle pattuglie dei Carabinieri e della Polizia di Stato, è andato a buon fine. “Abbiamo organizzato un intervento in via Valle d’Aosta dove più o meno tutte le sere si tiene un mercatino etnico - ha spiegato la Comandante della Polizia Municipale di Rosignano Dalida Cosimi - Avevamo ricevuto numerose segnalazioni riguardo alla presenza di molti abusivi con merci contraffatte e dopo aver provato a farci vedere più volte per dissuaderli, abbiamo pianificato un intervento, sfociato poi in una situazione di ordine pubblico abbastanza grave che per fortuna non ha portato a conseguenze". Dieci agenti della Municipale, 9 della Finanza di Castiglioncello e Cecina, e sul perimetro esterno due pattuglie dei Carabinieri e della polizia. 

"Gli abusivi inizialmente sono fuggiti davanti alle forze dell'ordine, ma poi sono tornati in forze con molti altri soggetti cosicché, essendo numericamente superiori ed anche molto alterati, ci hanno aggredito - spiegano le forze dell'ordine che ieri hanno partecipato al blitz interforze - Per evitare il peggio, per i cittadini presenti al mercatino e per noi stessi, non li abbiamo fermati ed abbiamo chiesto il supporto delle pattuglie. In pratica siamo stati caricati, ma non abbiamo voluto esasperare la situazione per motivi di sicurezza”. 

Un episodio che comunque ha portato al sequestro di un gran quantitativo di merce contraffatta, per il valore di oltre 8mila euro. Si è trattato soprattutto di scarpe, 402 paia, 25 borse, 52 felpe, 9 giacche e 13 portafogli. Contraffatti quasi tutti i marchi più popolari al momento.

"Purtroppo, dopo un’estate di controlli senza problemi, ieri sera a La Mazzanta c’è stato un intervento con forti momenti di tensione e reazioni inaccettabili da parte degli abusivi che hanno reagito con prepotenza e arroganza – ha spiegato l’assessore al decoro urbano, alle manutenzioni e sicurezza del Comune di Rosignano Marittimo Piero Nocchi – Per questo  chiederemo di aprire a settembre il tavolo della Prefettura in modo da poter valutare la situazione e iniziare fin da subito ad agire, così da individuare anche i depositi delle merci contraffatte che sono dentro ad immobili del nostro territorio”.

“In ambito di abusivismo – ha aggiunto – ci siamo mossi per tempo e con azioni concertate insieme al tavolo delle forze dell’ordine del territorio. Prima dell’estate abbiamo aperto un confronto con i rappresentanti delle varie comunità straniere che sono sul territorio, principalmente senegalesi, marocchini e tunisini, e nel corso di vari incontri abbiamo aperto insieme una riflessione sul fenomeno dell’abusivismo per cercare di capire meglio il problema e far comprendere che se si vende nell’ambito della legalità, con i dovuti permessi e con le merci di artigianato, è un conto, mentre se si è abusivi e si propone merce contraffatta è necessaria un’azione di contrasto. Il punto è che devono essere rispettati i diritti di tutti. Per questo abbiamo concordato di individuare delle aree in cui tenere dei mercatini etnici con prodotti artigianali che, in futuro, dovranno trovare una certa qualità. E’ chiaro che dall’altra parte dobbiamo agire contro la illegalità"

"La Polizia Municipale, insieme alle altre forze dell’ordine - aggiunge Nocchi - è stata molto attiva su questo fronte anche se rispondere contemporaneamente a tutte le segnalazioni che ci sono arrivate è praticamente impossibile". “Dagli extracomunitari regolari – ha aggiunto la Comandante Cosimi – abbiamo avuto risposte positive. Ed anche il lavoro con le altre forze dell’ordine del territorio ha prodotto ottimi risultati”.

Riguardo ai controlli sono numeri importanti aggiornati a ieri mattina, quindi senza il maxi sequestro di ieri sera. In poco più di un mese, dal 7 luglio al 13 agosto, sono stati effettuati 10 controlli congiunti, di cui cinque in località Pietrabianca, uno lungo la via Aurelia, uno in località Stagni, uno in Piazza del Marcato, uno su via dei Cavalleggeri ed uno a La Mazzanta. “In totale – ha sottolineato l’Ispettore Riccardo Di Paco – oltre 5mila pezzi di merce sequestrata, oltre a due carrelli per gelati abusivi sulle spiagge”. Nel dettaglio: 837 pezzi di abbigliamento e accessori, 16 prodotti per la cura della persona, 104 oggetti di arredamento, complementi di arredo e prodotti per la casa, 2.509 giocattoli, articoli elettronici e telefonia e 1.564 tra occhiali, orologi e bigiotteria. Trentadue in totale i verbali di contestazione.



Tag

Maltempo, il Sieve esonda a Pontassieve: strade allagate e auto sommerse

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca