Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:50 METEO:CECINA21°25°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
sabato 18 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Eitan Biran, parla il nonno paterno: «Un giorno mi dirà 'hai fatto tutto il possibile per salvarmi'»

Attualità mercoledì 04 novembre 2015 ore 15:00

La 'mini' Las Vegas dei matrimoni civili

D’ora in avanti la sede per la celebrazione del rito non sarà più un'esclusiva della sala consiliare: la coppia potrà scegliere a piacimento



MONTEVERDI MARITTIMO — E’ uno dei pochi Comuni del circondario dove è ancora possibile la costruzione di piscine private. Ma dopo la recente approvazione all’unanimità di una delibera comunale, Monteverdi aspira a diventare una specie di Las Vegas, in formato molto molto ridotto, dei matrimoni civili. E infatti, d’accordo tutti i Consiglieri comunali, s’è messo nero su bianco che d’ora in avanti la sede per la celebrazione del rito non sarà più un’esclusiva della sala consiliare, ma un “luogo bello” indicato da “lui e lei”, all’aperto o al chiuso, nel territorio monteverdino. La coppia potrà scegliere a piacimento, perché di “luoghi belli” ce ne sono a non finire. Dal salone dell’albergo, per i tradizionalisti, all’agriturismo con sfondo di lecci, per gli ambientalisti, e così via.

L’idea, ora tradotta in regolamento comunale, è venuta a Carlo Quaglierini, consigliere con delega al Turismo e direttore di banca, dopo averla vista realizzata con successo in un comune dell’Aretino. Funzionerà anche Monteverdi? Provare non costa nulla, ma un riscontro positivo potrebbe dare slancio all’offerta turistica di Monteverdi.
“Invitiamo tutti gli operatori interessati a presentare in Comune la loro proposta – è l’appello di Quaglierini - quindi ci assicureremo che i luoghi proposti per il rito civile abbiano caratteristiche adeguate all’importanza della cerimonia. I costi per i futuri sposi? Non diversi da quelli sostenuti oggi per il matrimonio in Comune”.

L’iniziativa si inserisce in un ventaglio di attività per la promozione di Monteverdi e della frazione Canneto in direzioni diverse da quelle finora sperimentate. In questo contesto va considerata la partecipazione del Comune alla Fiera internazionale del turismo di Rimini, con un proprio stand, in associazione con il Gruppo Alberghiero Di Nardo. Zero costi, grazie ad un contributo ad hoc della Cassa di Risparmio di Volterra, e molta “semina” i cui frutti già si potrebbero vedere nella prossima stagione estiva, in particolare desta interesse un’operazione per “dirottare” su Monteverdi una parte dei molti cicloturisti che , finora, attraversano questo territorio ma non vi soggiornano.
Si lavora anche per allestire uno spazio, chiamarlo museo sarebbe esagerato, dove mostrare materiali archeologi e storici ora sparsi in varie sedi. Per creare una “app” che scarichi sul telefonino tutte le informazioni utili. E, dulcis in fundo, per trasformare i locali dell’Ufficio turistico, aperti solo poche ore d’estate, in una vetrina dei prodotti locali, con tanto di assaggi, stuzzichini e apericena.

G. P.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In provincia di Livorno nelle ultime 24 ore i casi sono 50, 38 dei quali tutti riconducibili al capoluogo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Politica