Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:48 METEO:CECINA13°25°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 06 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dentro la prima linea di Kherson, tra carri armati distrutti, morti e russi in fuga

Attualità martedì 21 aprile 2020 ore 09:50

Dagli architetti lo sguardo al post Covid-19

Daniele Menichini, presidente dell'Ordine degli Architetti della provincia di Livorno

Dall'Ordine degli architetti della provincia di Livorno le prospettive della professione, nuovi modelli di abitare e la necessità di nuove norme



LIVORNO — Arriva dall'Ordine degli Architetti della provincia di Livorno l'appello a nuove regole per superare l'emergenza Covid-19.

"In questo periodo di pandemia la società civile, le imprese e i professionisti, si sono resi conto che il modello di vita a cui siamo abituati ha dimostrato tutti i suoi limiti e che è necessario cambiarlo e adeguarlo al futuro prossimo. In un primo momento abbiamo tutti pensato che fosse un periodo transitorio che sarebbe finito presto, poi abbiamo capito che la situazione assumeva un aspetto più complicato e diventava tutto più lungo e infine abbiamo preso coscienza che il momento della fine e quindi della ripresa prevedevano un ripensamento delle nostre abitudini", ha esordito il presidente Daniele Menichini interrogandosi su quale sarà il ruolo dell’Architetto ed il valore dell’Architettura dopo la pandemia.

La qualità della vita, il rispetto del paesaggio, la rigenerazione urbana diventano quindi gli spunti per ripesare la professione. Per far questo, però, serve un cambio di passo anche per le norme.

"Questo momento di transizione tra il vecchio modello di sviluppo e quello di un futuro in cui nulla sarà come prima deve essere utilizzato per recuperare quel ruolo di generatori dello spazio di vita a varia scale perché il nostro ruolo sociale, culturale ed economico ce lo chiede per il bene della società civile e dello sviluppo sostenibile; - ha commentato il presidente Menichini - è il momento in cui dobbiamo dire chiaramente che non si potrà ricominciare con un meccanismo di regole elefantiache e contorte sul Governo del Territorio a partire dalla pianificazione, dalla burocrazia e del codice appalti per le opere pubbliche che per altro dovrebbero essere le prime a rimettere in moto la ripartenza del comparto edilizio".

"Questo non significa che stiamo chiedendo una totale deregulation o l’eliminazione di qualunque vincolo o norma di tutela, ma che si passi ad un sistema dinamico, leggero ed in cui la concertazione ed il dialogo siano la base per costruire un mondo migliore, sapendo che in questo le Pubbliche Amministrazioni sarebbero con noi. - ha spiegato - Come potrebbero essere i paesaggi, le città e gli edifici del futuro? Sicuramente gli architetti potrebbero avere le idee ben chiare ed insieme agli altri professionisti giocare la loro partita mettendo in campo tutta la loro sapienza umanistica e tecnica ed usare la loro creatività per generare i nuovi modelli dell’abitare del futuro prossimo. Perché le città devono rimanere dentro quella linea sottile rossa mentre le campagne muoiono e generano contenitori e ruderi? Perché densificare il centro delle città? Non è invece plausibile che ci sia una perequazione dei suoli e le città si rovescino e diventino grandi parchi e spazi verdi al centro con anelli periferici riqualificati e campagne di nuovo abitate spostando le infrastrutture in una più ampia rete?".

A queste domande, i professionisti vogliono dare una risposta e interpretare le buone regole di Governo del Territorio affinché un momento buio possa trasformarsi in un'opportunità. "Siamo fortemente convinti che questa epoca storica debba essere ricordata anche per questa rivoluzione", ha concluso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In Toscana nelle ultime 24 ore i nuovi casi positivi al Covid-19 accertati sono 2.504 su 12.895 tamponi effettuati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità