Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:45 METEO:CECINA14°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Pompei, nei cunicoli dei tombaroli: «Una rete tutta da esplorare»

Sport giovedì 18 novembre 2021 ore 17:00

40 anni e non sentirli, Bruni va ancora a canestro

Giovanni Bruni in azione con la Gema Montecatini Basket
Giovanni Bruni in azione con la Gema Montecatini Basket

Il play pontederese alla stagione numero 22: “Stavo per smettere ma ho di nuovo entusiasmo”. Ha giocato a Cecina, Firenze e ora Montecatini Terme



PONTEDERA — Ha compiuto quarant’anni a settembre, ma di mollare il basket, per ora, non se ne parla. Giovanni Bruni, cestista nato e cresciuto a Pontedera e nella Juve Basket, ha cominciato la sua ventiduesima stagione consecutiva: “È stato mio fratello Matteo a introdurmi alla pallacanestro – ha raccontato Giovanni – da quel momento non ho mai smesso, passando dal mini basket alle giovanili fino alla prima squadra con la Juve, il mio trampolino di lancio”.

Da Pontedera, infatti, la carriera è proseguita a Cecina. “Ho giocato lì per nove stagioni, la squadra dove sono rimasto più a lungo da quando ho cominciato e dove ho fatto tutta la trafila in Serie B – ha continuato – sono stato anche a Firenze, Anagni, Omegna: ho fatto un po’ il giro dell’Italia”.

L’ultimo step è arrivato qualche mese fa, quando Giovanni è entrato a far parte del roster della Gema Montecatini Basket in Serie C Gold. “Sta andando molto bene, mi sento coinvolto e c’è grande entusiasmo – ha spiegato Bruni – a parte un paio di elementi, la squadra è tutta nuova, ma c’è un progetto per riportare la passione e tornare ai vecchi splendori, anche se in un ambiente così con dei tifosi come i nostri, gli stimoli e le ambizioni non mancano”.

Proprio questa adrenalina e la passione che si respira al palazzetto e in città hanno convinto Giovanni a continuare. “Alla fine della scorsa stagione ho pensato di smettere – ha ammesso – è stata un’annata difficile a causa del Covid, molto stressante per tutti i protocolli e un po’ triste per la mancanza dei tifosi”. Adesso, però, è tutto cambiato. “Ovviamente di anno in anno faccio una riflessione a livello mentale e fisico, ma per il momento sto bene, qui c’è un ambiente incredibile – ha proseguito – la domanda sul mio futuro, qualche mese fa, avrebbe avuto una risposta diversa, adesso non ci penso”.

Non può mancare, infine, una battuta su Pontedera e sulla sua ex squadra, la Juve. “Stanno facendo un grande lavoro sul settore giovanile, tanti giocatori sono in giro in Serie B e questo dà un’enorme soddisfazione – ha concluso – è un momento complicato, la pandemia ha reso tutto più difficile, ma sono sicuro che l’impegno e la passione di questo periodo verrà ripagata in pieno nel futuro”.

Pietro Mattonai
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In provincia di Livorno i nuovi casi di positività al Covid-19 accertate nelle ultime 24 ore sono in totale 75
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca