Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:58 METEO:CECINA23°29°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Autobomba a Mosca: in un video si vede un uomo che piazza l'ordigno sotto l'auto, poi l'esplosione
Autobomba a Mosca: in un video si vede un uomo che piazza l'ordigno sotto l'auto, poi l'esplosione

Attualità mercoledì 30 marzo 2022 ore 18:45

Ue stoppa il falso vino Bolgheri prodotto in Bulgaria

Vino verato da una bottiglia in un calice

L'Ufficio marchi europeo ha accolto le ragioni dell'Italia. Coldiretti: "E' un precedente importante per la tutela delle denominazioni italiane"



BRUXELLES — L’Ufficio marchi europeo (EUIPO) ha accolto le motivazioni dell’Italia per la tutela dei vini Bolgheri e Bolgheri Sassicaia Doc nel contenzioso contro una cantina bulgara che, nel 2017, aveva fatto domanda di registrare un marchio molto simile nella classe dei prodotti alcolici.

“Lo stop dell’Unione Europea al falso Bolgheri prodotto in Bulgaria rappresenta un precedente importante per la tutela delle denominazioni Made in Italy a partire dalla battaglia in corso per fermare il riconoscimento europeo del Prosek croato - ha commentato Coldiretti Toscana - In particolare l'Ufficio europeo ha evidenziato la forte somiglianza dei due nomi e il rischio per il consumatore di associare erroneamente la denominazione italiana e il marchio bulgaro, ribadendo la massima tutela delle denominazioni contro ogni tipo di evocazione, come già emerso nel caso Champagne contro lo Champanillo esaminato dalla Corte di Giustizia dell’Unione che si era pronunciata di fatto contro l’utilizzo di termini storpiati o grafiche per richiamare tipicità protette dalle norme Ue". 

"Secondo la Corte, non è necessario che il prodotto protetto dalla denominazione e il prodotto o il servizio contestati siano identici o simili - prosegue Coldiretti - poiché l’esistenza del nesso tra il falso e l’autentico può derivare anche dall’affinità fonetica e visiva".

Nel 2021, secondo il rapporto elaborato da Ismea e Regione Toscana presentato a PrimAnteprima, sono stati imbottigliati poco meno di 39mila ettolitri di Doc Bolgheri e circa 3.100 ettolitri di Bolgheri Sassicaia. 

"Il Bolgaré è solo uno dei tanti tentativi di imitare i grandi vini Toscani - conclude Coldiretti - Gli altri vini famosi, apprezzatissimi dai consumatori di tutto il mondo, che all’estero si tenta di spacciare per italiani sono il Chianti e il Montepulciano. In questi anni Coldiretti ne ha smascherati molti di inganni e truffe tra cui il wine kit fai da te in vendita online fino ai casi di contraffazione internazionale di Sassicaia". 

Coldiretti stima in 100 miliardi di euro il valore del falso made in Italy nel mondo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno