Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:48 METEO:CECINA13°25°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 06 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dentro la prima linea di Kherson, tra carri armati distrutti, morti e russi in fuga

Attualità martedì 26 settembre 2017 ore 11:52

Venti chef alla prova in balìa della onde

Chef a bordo

​Si è conclusa domenica a Marina Cala de’ Medici la dodicesima edizione de“La Rotta del Vino e dell’Olio”, che sposa la vela ai prodotti tipici



ROSIGNANO MARITTIMO — Si è conclusa domenica a Marina Cala de’ Medici “La Rotta del Vino e dell’Olio”, manifestazione organizzata dallo Yacht Club Cala de’ Medici e dal Porto turistico di Rosignano, in collaborazione col Circolo Nautico Castiglioncello e il Rotary Club Rosignano Solvay. In gioco venti chef di altissimo livello, abbinati per sorteggio ciascuno ad una cantina e ad un frantoio di altrettanto altissimo livello, che hanno cucinato nella giornata di ieri a bordo delle imbarcazioni mentre queste regatavano.

Nella giornata di sabato, accompagnata da un bel sole e da vento moderato, a confrontarsi in cucina a bordo delle imbarcazioni in regata, come è ormai consuetudine, sono stati gli armatori e i loro equipaggi, giudicati da una giuria popolare formata dal Rotary Club Rosignano Solvay e presieduta da Paolo Scarpellini. Il vincitore della gara gastronomica della giornata, che ha cucinato il miglior piatto, è stato Silvio Pignone, armatore di Sveva, che ha presentato il piatto “Gamberoni all’arancia”, abbinato alla cantina Sant’Agnese e al frantoio Librandi. 

La domenica a sfidarsi sono stati i rinomati chef di ristoranti provenienti da tutta la Toscana, ma anche da zone limitrofe al porto, come Castiglioncello. Le condizioni meteorologiche non proprio ideali hanno reso il cucinare a bordo sicuramente più impegnativo per gli chef. Ad assaggiare i loro piatti, una volta ormeggiate le imbarcazioni, una giuria di esperti presieduta da Aldo Fiordelli, curatore in Toscana della guida dell’Espresso, e composta da Piero Benvenuti, Identità Golose, Lara Loreti, Il Tirreno, Marco Oreggia, autore ed editore della guida Flos Olei, Massimiliano Tonelli, Gambero Rosso e Divina Vitale, Corriere Fiorentino. 

A vincere la gara gastronomica “Chef” è stato Francesco Bracali, chef del ristorante Bracali, due stelle Michelin e tre cappelli Espresso, abbinato all’azienda agricola Sada e all’olio Quattrociocchi, che ha cucinato il piatto “Cappuccino di cipolla” a bordo di Mr. Grey. Secondo classificato, come il detentore del titolo della scorsa edizione Marco Parillo, chef del ristorante Casale del Mare, uno chef “nostrano”, Michele Maltinti del ristorante Scolapasta di Castiglioncello, abbinato alla cantina az. Agr. Giacomelli e all’olio dell’az. Agr. Castello di Montegonzi, che ha presentato il piatto “Calamaretti al guazzetto” a bordo di Giumat. Terzo classificato lo chef Stefano Pinciaroli del ristorante PS di Cerreto Guidi, abbinato alla cantina Campo al Noce e all’olio Mimì, col piatto “Rosso del vallo” cucinato a bordo di Viola. 

Il “premio olio” per il piatto che ha più valorizzato l’extra vergine di oliva è andato allo chef Andrea Maggi del ristorante Pesce Briaco di Lucca, abbinato all’olio del frantoio De Carlo. Il premio per il piatto che, invece, ha meglio rappresentato il tema “Cibo da barca” è andato al ristorante Tamata di Porto Azzurro. Premio speciale per la sportività al subentro last minute dello chef Omar Barsacchi del ristorante Osteria La Magona di Bolgheri, che ha partecipato al posto del ristorante Giglio ritiratosi la mattina di domenica. 

Per quanto riguarda la gara velica, vincitrice nella classifica generale Gran Crociera Gruppo A, l’imbarcazione Giumat degli armatori Dini-Magherini; vincitrice nella classifica generale Gran Crociera Gruppo B, l’imbarcazione Freedom dell’armatore Roberto Pucitta. Vincitrice della classifica generale IRC e della classifica generale ORC, l’imbarcazione Breezy dell’armatore di Rosignano Andrea Formichi. 

Nella gara combinata, che ha sommato i risultati ottenuti dalle imbarcazioni nella gara velica finale a quelli ottenuti nella gara gastronomica della domenica dagli chef, prima nella classifica combinata Gran Crociera Gruppo A l’imbarcazione Giumat degli armatori Dini-Magherini, abbinata al ristorante Scolapasta, alla cantina az. Agr. Giacomelli e al frantoio Castello di Montegonzi. Prima nella classifica combinata Gran Crociera Gruppo B l’imbarcazione Frredom dell’armatore Roberto Pucitta, abbinata al ristorante Serendepico, alla cantina Tenuta di Castellaro e all’olio Frantoio Romano. Prima nella classifica combinata IRC l’imbarcazione Grillo Parlante dell’armatore Fausto Sestini, abbinata alla cantina az. Agr. Fiegl e al frantoio az. Agr. Il Cavallino. Prima nella classifica combinata ORC l’imbarcazione Phelia dell’armatore Gerst Rainer, abbinata al ristorante Casale del Mare, alla cantina Conte Emo Capodilista – Podere La Montecchia e all’olio Madonna dell’Olivo.

Vincitori della gara combinata che ha abbinato alla regata di optimist, organizzata in collaborazione col Circolo Nautico Castiglioncello, la preparazione da parte dei bambini, dopo la regata, di un panino gourmet, Elena Sofia Urti per la categoria cadetti ed Elisa Maltinti (figlia dello Chef Michele Maltinti dello Scolapasta) per la categoria juniores. 

Da rimarcare anche l’importanza della cena di beneficenza degli armatori, parte del cui ricavato è andato a favore dell’associazione di Rosignano “Efesto ASD”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In Toscana nelle ultime 24 ore i nuovi casi positivi al Covid-19 accertati sono 2.504 su 12.895 tamponi effettuati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità