Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:10 METEO:CECINA12°17°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
sabato 01 aprile 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il Papa visita i bimbi del reparto di oncologia del Gemelli e battezza un neonato

Politica venerdì 03 febbraio 2023 ore 16:28

"Stop al taglio dei pini, aprire tavolo tecnico"

Rosignano nel cuore chiede all'Amministrazione di rivedere la decisione della sostituzione degli alberi lungo via dei Mille



ROSIGNANO MARITTIMO — "Un pino sano, come quelli che si intendono eliminare sul viale dei Mille, ha provveduto nel corso della sua vita a limitare l’effetto serra, attraverso l’assorbimento di alcune tonnellate di anidride carbonica e producendo ossigeno. La rimozione di quella pianta non potrà mai essere compensata dalla sostituzione con un giovane frassino o con un acero".

Così il gruppo consigliare Rosignano nel cuore ha commentato la decisione dell'amministrazione comunale di provvedere alla rimozione dei pini e alla loro sostituzione a causa dei problemi causati dal loro apparato radicale (leggi qui l'articolo collegato).

"Gli alberi in città sono una risorsa ambientale, economica e sociale e svolgono azioni indispensabili per la nostra vita. Sono dei veri e propri polmoni verdi, contrastano le conseguenze negative dell’effetto serra, assorbono anidride carbonica e liberano ossigeno nell'aria. Hanno una funzione di regolazione climatica, contribuendo ad attenuare gli eccessi di calore in estate e a regimare le acque piovane. Hanno una importante funzione economica, aumentando il valore delle abitazioni. È stato dimostrato che la presenza di piante è associata ad una riduzione delle malattie cardio-vascolari, oltre che delle malattie delle vie respiratorie, in quanto funzionano da assorbenti delle polveri sottili. Il verde urbano funziona anche come attenuatore di stress sociale e di conseguenza contribuisce ad una minore incidenza di infarti e ictus", ha spiegato il gruppo in una nota chiedendo all’amministrazione comunale di sospendere i lavori di taglio dei pini e di aprire un tavolo tecnico per valutare l’adozione di interventi specifici finalizzati a migliorare le condizioni di vita delle radici nel suolo ed evitare interferenze con l’asfalto stradale. 

"Le tecniche esistono e sono state applicate ad esempio su viali di pini a Lignano Sabbiadoro, provincia di Udine, a Toscolano Maderno sul lago di Garda e sul Viale Ceccarini di Riccione. - viene evidenziato - Vorremmo inoltre che fossero valutati con attenzione anche tutti gli interventi di potatura, come quelli eseguiti nei mesi scorsi che hanno comportato uno stanziamento di circa 600mila euro".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le pattuglie intervenute, affiancate dall’unità cinofila della Polizia Municipale, hanno permesso di recuperare i resti di un bivacco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità