Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:CECINA13°20°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il siparietto di Draghi e il pavone: «Ci accompagna da stamattina, sentiamo cosa dice»

Attualità sabato 16 dicembre 2017 ore 17:05

"Seria preoccupazione per lo scandalo rifiuti"

La discarica di Scapigliato

L'hanno espressa per Sinistra italiana la senatrice Alessia Petraglia, il consigliere regionale Tommaso Fattori e Niccolò Gherarducci



ROSIGNANO MARITTIMO — “Siamo seriamente preoccupati, qualora i fatti venissero confermati ci troveremmo dinanzi ad una situazione gravissima”, è quanto dichiarano congiuntamente Alessia Petraglia, senatrice di Sinistra italiana Liberi e uguali, Tommaso Fattori capogruppo in consiglio regionale di Sì Toscana a Sinistra e Niccolò Gherarducci di Sinistra unita per il lavoro di Rosignano e coordinatore di Sinistra italiana della Bassa Val di Cecina.

La preoccupazione, ovviamente, è per le indagini condotte dalla procura circa il presunto smaltimento abusivo di rifiuti speciali e pericolosi, che vede coinvolte alcune aziende del territorio.

"Non solo siamo in presenza di una truffa nei confronti delle istituzioni - hanno sottolineato i tre - ma anche di un grave reato ai danni dell'ambiente e della salute umana che, come istituzioni, bisogna combattere ad ogni costo". 

"Per questo motivo abbiamo depositato al Senato ed alla Camera un'interrogazione - ha rivelato Alessia Petraglia - al Ministro della Giustizia ed al Ministro dell'Ambiente per sollecitare maggiori controlli e per fare chiarezza sulla vicenda in questione che coinvolge aree e realtà produttive già in grandi difficoltà occupazionali e sociali come quelle delle Acciaierie di Piombino".

“Il sito di Rosignano è sempre stato dichiarato strategico per lo smaltimento dei rifiuti della Toscana - ha aggiunto Tommaso Fattori - è giunto il tempo di ridiscutere l'intera strategia dei rifiuti nella nostra regione, varando un nuovo piano regionale. Lo chiedemmo mesi fa e il Consiglio approvò la nostra proposta, è evidente che non c'è più tempo da perdere. Chiediamo adesso la sospensione immediata della procedura di Aia e Via propedeutica all’ampliamento del sito di Rosignano e chiediamo che sia fatta chiarezza in tempi brevi”.

“Sono anni che seguiamo le vicende di Scapigliato e di Rea - ha infine sottolineato Niccolò Gherarducci - siamo sinceramente colpiti da tutta la vicenda. Abbiamo immediatamente chiesto la convocazione di una commissione al Sindaco per essere informati sui fatti. Non si può negare che i fatti contestati siano così gravi che colpiscono tutta l’amministrazione comunale e la comunità di Rosignano. In ogni caso la nostra comunità sarà la parte lesa. Oggi più che mai è necessario, per dare un segnale forte e deciso, la reintroduzione del consiglio di amministrazione così come chiediamo da anni.

Da Sinistra italiana si chiede infine la convocazione di un consiglio comunale aperto per discutere e informare i cittadini".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Scattata la denuncia dei carabinieri forestali dopo aver trovato gli animali morti all'interno di sacchi neri pronti per essere gettati nel cassonetto
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità